Come potare gli alberi da frutta

La potatura è un fenomeno indispensabile per curare al meglio la salute della pianta. Il periodo della potatura, però, varia negli alberi da frutto, a seconda del tipo. Per esempio a gennaio è il momento della potatura del pero, melo e kiwi, così come a febbraio, che è anche il mese adatto per potare l’albicocco e la vite.

Marzo è il mese della potatura per pesco, agrumi, vite, mentre a novembre e dicembre vanno potati melo, pero, susino e albicocco. Giugno è il mese nel quale vengono potate la maggior parte delle piante da frutto, mentre invece ad ottobre non si esegue alcuna potatura.

La potatura elimina i rami che sono stati danneggiati dal freddo dell’inverno, mantiene solamente i rami sani e verdi che sono quelli su cui si concentra la vitalità della pianta.

Le gemme degli alberi da frutto sono di due tipi: quelle a fiore, dalle quali si formeranno i frutti, e quelle a legno, che formeranno foglie. Quando si pota bisogna saper distinguere i due tipi di gemme, in modo da lasciare un numero sufficiente di gemme a fiore sull’albero da frutto.

La regola generale per la potatura degli alberi da frutto è quella che i rami che crescono verso l’interno vanno asportati; se vi sono ramificazioni che si incrociano e che si sfregano, una delle due va asportate.

Il taglio va fatto con apposite cesoie che siano calibrate per la grandezza e lo spessore del ramo da potare. Non bisogna dimenticare che il taglio a 45 gradi va fatto sopra la gemma (circa 6 mm) che è rivolta all’esterno, in alcuni casi può essere utile attrezzi come le motoseghe vigor.

I germogli verticali, che in gergo sono detti polloni, vanno eliminati.

Bisogna conoscere le diverse forme che le gemme dell’albero da frutto hanno, per evitare di eliminare quelle da fiore (come abbiamo detto). Quindi, a seconda dell’albero da frutto che si vuole potare, bisognerà cercare quali sono le gemme a fiore e quali quelle a frutto e agire di conseguenza.

Non bisogna dimenticare che la potatura drastica favorisce la crescita del legno; invece la potatura leggera favorisce la crescita del frutto, e quindi bisogna propendere per quest’ultima.

Ovviamente, poi, ogni tipo di albero da frutto ha bisogno di un tipo di potatura personalizzata. Per esempio il melo ed il pero fruttificano su rami vecchi, per questo la potatura non deve essere indiscriminata, mentre quella del pesco e del susino deve essere netta perché questi alberi fruttificano sui rami di ogni anno, quindi solo su quelli giovani. Regola generale è anche quella di evitare di potare gli alberi quando si verificano le gelate, che potrebbero formare delle spaccature interne ai rami potati, con conseguenze sulla salute dell’albero.

Redazione
Di Redazione 1766 Articoli

Redazione di 24hlive.it, più content writer si occupano della stesura di contenuti sempre aggiornati.

Be the first to comment

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*