La Terra gira sempre più veloce, perderemo un secondo

Gli scienziati hanno fatto un’osservazione sorprendente: la rotazione della Terra sta accelerando. In effetti, la Terra gira più velocemente di quanto sia mai stato registrato ultimamente, come riporta Phys.org.

Una rotazione attorno all’asse terrestre è l’equivalente di 24 ore, ovvero circa 86.400 secondi. Sebbene questo periodo sia stato in gran parte coerente nonostante le variazioni causate dal movimento del nucleo fuso della Terra o del clima, una rotazione accelerata potrebbe presto portare alla necessità di un “secondo intercalare negativo“.

In altre parole, per la prima volta in assoluto, potremmo aver bisogno di tagliare un intero secondo all’anno perché il mondo gira più velocemente.

Il giorno più breve mai registrato utilizzando gli orologi atomici è stato il 19 luglio 2020, come sottolineano l’ora e la data , della durata di 1,4602 millisecondi in meno dell’equivalente di esattamente 24 ore. Il record precedente è stato misurato il 5 luglio 2005.

Gli scienziati prevedono anche che l’anno 2021 potrebbe finire per essere il più breve degli ultimi decenni, con un piccolo margine, ovviamente.

Per riportare gli orologi in sincronia, gli scienziati suggeriscono di tagliare un secondo intero in un giorno, altrimenti noto come secondo intercalare negativo. Segnerebbe la prima volta che ne viene tagliato un secondo; gli ultimi 27 secondi intercalari sono stati tutti positivi, una tendenza che è stata introdotta nel 1972, secondo Time and Date, il che significa che è stato aggiunto un secondo.

Sebbene la causa esatta non sia ancora del tutto chiara, gli scienziati in passato hanno suggerito che potrebbe avere qualcosa a che fare con il riscaldamento globale poiché lo scioglimento dei ghiacciai potrebbe compromettere la distribuzione della massa del pianeta o i processi geologici molto al di sotto della sua superficie.

Indipendentemente dalla causa, il semplice atto di tagliare un secondo di una giornata potrebbe finire per avere conseguenze disastrose sulle moderne tecnologie, come sottolinea Phys.org.

Ecco perché molti scienziati chiedono un passaggio dal tempo solare al tempo atomico internazionale, che si basa su una rete internazionale di orologi atomici sincronizzati.

Related Post

Normativa GDPR privacy: Se clicchi su OK accetti tutti i cookie e prosegui la navigazione, cliccando su Informativa puoi avere maggiori dettagli e/o negare consenso