Il freddo vi fa letteralmente andare in letargo? Ok facciamo il cosiddetto cambio di stagione nel nostro armadio, tiriamo fuori i piumoni, le maglie di lana, i cappelli ma non tralasciamo la nostra vita di coppia, gli ultimi studi ci insegnano come i rapporti intimi siano importanti anche durante i periodi più freddi, dunque non andare in letargo assolutamente ma anzi, d’inverno, sono consigliati almeno tre rapporti alla settimana, perchè? Semplice perchè fa bene al nostro organismo e vediamo perchè.

Secondo gli esperti avere un rapporto con il proprio partner fa bene a tutto l’organismo e sarebbe ottimo praticarlo tre volte a settimana, oltre che aiutarci psicologicamente ad affrontare ad esempio una nuova giornata o a terminarne una, l’orgasmo è utile anche a conciliare il sonno riuscendo a rilassarci e dunque a lasciare da parte tutti i problemi che ci affliggono.

Altra nota positiva dei rapporti intimi d’inverno sono legati al dimagrimento, fare sesso ci aiuta a bruciare calorie e dunque a dimagrire, visto che la “brutta stagione” ci costringe spesso a stare sotto le coperte, in casa, coperti magari da un plaid l’attività fisica resta un “miraggio” e dunque ci viene in soccorso proprio il “letto” insieme al nostro partner.

Proseguiamo l’elenco dei benefici di un rapporto intimo, oltre a bruciare i grassi abbiamo anche un abbassamento del colesterolo in particolar modo nei mesi invernali, la vita di coppia “accesa” ci aiuta anche in questo.

Sesso nei mesi invernali: fatelo sempre, ma spieghiamolo scientificamente

Ci aiuta a capirne un po’ in più Chiara Simonelli dell’Università La Sapienza di Roma che spiega.

“Tendenzialmente, uomini e donne hanno preferenze diverse. Gli uomini sono molto appagati dalla vista: per mantenere forte l’eccitazione hanno, infatti, bisogno di vedere. Le donne, invece, hanno molto sviluppata la parte uditiva. Quindi sentire la voce del proprio uomo è sempre molto eccitante.”

Inoltre il legame fisico, proprio quello di piacersi è importante:

“Piacersi è un ottimo afrodisiaco. E se ci si piace davvero lo si comunica a chi ci sta accanto. Bisogna, inoltre partire dal presupposto che, per chi ci ha scelti, ammirare il nostro corpo nudo è fonte di enorme godimento. E non noterà certo il chilo di troppo o la smagliatura”.