“Il blues ha perso il sui re”, così Barack Obama commenta la morte del grande B.B King

Redazione

Un grave lutto ha colpito, lo scorso 14 Maggio 2015, il mondo della musica. Ad andarsene all’età di 89 anni è stato il celebre chitarrista e cantante statunitense Riley B. King, semplicemente conosciuto in tutto il mondo con il nome d’arte B. B. King.

Nato a Itta Bena, una città degli Stati Uniti d’America, situata nella contea di Leflore, nello Stato del Mississippi, il 16 settembre del 1925 B.B. King può essere considerato come uno dei più importanti esponenti del blues della seconda parte del XX secolo e del XXI e la sua morte ha lasciato un profondo vuoto nel cuore di migliaia di persone.

In molti hanno commentato la notizia della morte di B.B King, tra questi anche il politico statunitense, 44º e attuale presidente degli Stati Uniti d’America ovvero Barack Obama il quale ha nello specifico dichiarato “Il blues ha perso il suo re e l’America ha perso una leggenda. Nessuno ha ispirato più di lui i futuri artisti. Nessuno ha fatto di più per diffondere il blues. Può essere andato via, ma l’emozione resterà con noi per sempre. E ci sarà una sensazionale blues session stanotte in paradiso”. L’artista si è spento nel sonno a causa di alcune conseguenza dovute ad una brutta patologia che lo affliggeva da anni ovvero il diabete, mentre si trovava nella sua casa a Las Vegas.

Next Post

Niccolò Fabi in concerto con il GnuQuartet. Ecco tutte le date

Il 6 giugno all’Andersen Festival di Sestri Levante, comune italiano della provincia di Genova, il 19 giugno al Musicultura di Macerata, il 24 giugno nella Piazza Lusvardi di Soliera, comune italiano della provincia di Modena, il 27 giugno al Ciclocus di Locorotondo, comune italiano della città di Bari, l’11 luglio […]