Le sigarette elettroniche sono dannose per gli adolescenti?

Le sigarette elettroniche sono dannose per gli adolescenti

Le sigarette elettroniche, molto popolari tra gli adolescenti: sono dannose?

Le sigarette elettroniche, o E-cig, sono dispositivi elettronici che riscaldano un liquido per produrre un aerosol che può essere inalato. Tale liquido di solito contiene nicotina, aromi e altre sostanze chimiche. I Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno riferito che negli ultimi trenta giorni si stima che due milioni di studenti delle scuole medie e superiori statunitensi abbiano utilizzato le sigarette elettroniche, come riporta un articolo now.tufts.edu. La percentuale di studenti delle scuole superiori che hanno segnalato l’uso di sigarette elettroniche nel mese precedente è aumentata dall’1,5 percento dal 2011, all’11,7 percento nel 2017. Il Surgeon General statunitense ha pubblicato un rapporto in cui afferma che l’uso di sigarette elettroniche tra i giovani è un “problema di salute pubblica“.

La nicotina è una sostanza che in quantità eccessive può essere letale. Un singolo pod di Juul, l’attuale azienda che produce sigarette elettroniche molto in voga negli Stati Uniti, può avere più nicotina di venti sigarette. La nicotina può influire negativamente sullo sviluppo del cervello adolescenziale, che continua fino a quando i giovani non hanno raggiunto l’età di venticinque anni.

L’esposizione alla nicotina negli adolescenti è associata a problemi di umore, attenzione e apprendimento. Può rendere più difficile il controllo degli impulsi ed ha anche effetti negativi sullo sviluppo di malattie cardiache, aneurismi aortici associati a ulcera peptica.

Oltre alla nicotina, ci sono altre sostanze nocive nelle sigarette elettroniche, come gli aromi. Le sigarette elettroniche sono commercializzate con aromi di frutta, caramelle ecc.. Questi possono essere attraenti per bambini e ragazzi, alcuni aromi però possono essere sicuri da mangiare ma possono essere dannosi respirati nei polmoni.

Un altro ingrediente comune è il glicole propilenico, che è anche noto per essere un irritante quando inalato. Alcuni ingredienti possono essere cancerogeni e sono stati trovati anche metalli come stagno, nichel e piombo. I contenuti delle sigarette elettroniche non sono regolamentati e quindi possono esserci variazioni considerevoli nei loro contenuti, anche all’interno dello stesso prodotto.

Gli adolescenti che hanno lo svapo sono più propensi a fumare sigarette tradizionali in futuro rispetto alle loro controparti non-vaping. Quindi, lo “svapare” può essere un passaggio per fumare sigarette convenzionali. Il vaping può anche rilasciare vapori che possono essere inalati dalle persone che sono attorno, causando danni agli altri. Allo stesso modo, le apparecchiature malfunzionanti hanno portato a ustioni e l’ingestione accidentale degli e-liquid provocando convulsioni e persino la morte. Il rischio per la salute delle sigarette elettroniche richiede ulteriori ricerche. Gli effetti a lungo termine delle sigarette elettroniche non sono noti.

Le sigarette elettroniche possono assomigliare alle sigarette tradizionali, ma anche come gli oggetti quotidiani come penne e chiavette USB, e possono avere un design moderno ed elegante, che le rende facili da nascondere a scuola o a casa.

foto@Pixabay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *