Movavi, come ti ritocco una foto alla grande

Movavi come ti ritocco una foto alla grande

Movavi, per fotografie personalizzate, divertenti e fashion: ecco come ritoccare le nostre foto alla grande.

Non c’è dubbio che da qualche anno le foto siano diventate un’altra cosa. Le grandissime possibilità offerte dallo sviluppo dell’elettronica, dell’ottica e dell’informatica, hanno moltiplicato in maniera esponenziale la possibilità di fare foto. E per giunta nel migliore dei modi.

Sparite ormai quasi completamente le pellicole, nostalgie a parte, ci troviamo di fronte a una serie infinita di possibilità, a cominciare da cellulari e smartphone, che in spazi piccolissimi riescono a montare ottiche di tutto rispetto e chip ad altissima risoluzione. Tutto questo produce la possibilità di fare ottime foto da parte di moltissime persone.

Ma il problema è quello di passare da foto egregie a foto fantastiche, la qual cosa non è un’operazione impossibile. Accanto all’inquadratura, alla luce, alla risoluzione, al manico dell’operatore, bisogna aggiungere qualcosa che un tempo era appannaggio di pochi, ora è sostanzialmente alla portata di tutti: il fotoritocco, una procedura divenuta ormai essenziale per chi ha intenzione di avvicinarsi alla soglia della perfezione.

Ma una procedura indispensabile anche per chi ha bisogno di staccarsi dalla media e dalla mediocrità, per chi vuole mettere del suo nelle riprese, per chi vuole aggiungere qualcosa di nuovo personalizzando un’immagine e conferendole un che di artistico. Insomma, oltre alla ripresa oggettiva di quello che è, un minimo di creatività e di creazione. L’abbinamento fra la bontà della ripresa e l’elemento soggettivo del fotoritocco può contribuire in maniera determinante alla creazione di piccole opere d’arte.

Ecco che allora bisogna mettere mano ad appositi software creati per consentire tutto ciò. Inizialmente possono sembrare complicati, ma in realtà basta poco tempo per capire come funzionano. In tempi brevissimi sono possibili ritocchi, riparazioni e personalizzazioni delle fotografie, che un tempo erano pressoché impensabili. Come reperire questi programmi? Ma in rete, naturalmente, e facendo una piccola ricerca.

Fra questi programmi, uno che va per la maggiore è senza dubbio lo splendido photo editor di Movavi, che consente un ritocco immediato delle riprese, e inoltre permette di operare con filtri e didascalie, oltre a operare sulla rimozione di oggetti e sfondi. Una specie di programma tutto fare che lascerà impressionati per potenza e versatilità operativa. Se si fa un selfie o una ripresa classica, per migliorare o cambiare la foto, non serve più nessuna professionalità particolare, basta un programma. Ecco come funziona Movavi Photo Editor.

Bisogna innanzitutto aprire il fine di installazione che funzione sia su Windows che su Mac. Si deve avviare Photo Editor e si deve cliccare su Cerca Immagini, cercando così la foto da modificare. Alternativamente, si può trascinare l’immagine nell’area di lavoro del programma.

Per correggere la ripresa, bisogna entrare nella sezione Ritocco. In questa maniera sarà possibile, ad esempio, eliminare i difetti presenti sui volti delle persone, come cicatrici, rughe pronunciate e quant’altro. Non solo, sarà possibile eliminare, far sparire completamente taluni particolari dalla ripresa, come un oggetto indesiderato e cose simili. Tutto questo è presente nel menu Riduzione difetti.

Troverete anche funzioni estremamente interessanti, come quella della levigazione della pelle e quello della rimozione di un bagliore fastidioso. All’interno di questo quadro di fantastici ritocchi, addirittura si può cambiare il colore dei capelli e quello degli occhi. Per rimuovere un oggetto, invece, si dovrà accedere alla scheda Rimozione oggetto, scegliere lo strumento Pennello e selezionare l’oggetto o gli oggetti da rimuovere.

Si dovrà fare in modo che l’elemento da eliminare sia evidenziato in rosso, e quindi si procederà con la funzione Avvia cancellazione. Per eseguire ritocchi manuali, si potrà anche usare la funzione Timbro, con la quale clonare una parte dell’immagine utilizzandola per coprire un’imperfezione. Naturalmente poi ci sono le funzioni classiche di regolazione del contrasto, della luce, della temperatura e della tinta del colore.

Insomma, un programma pressoché completo scaricabile gratuitamente e senza particolari patemi d’animo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *