Quindicenne trovato in stato confusionale per “dipendenza da internet”

Redazione

Giorno dopo giorno la tecnologia continua a fare il suo progresso e noi non riusciamo proprio a farne più a meno. Ma soprattutto per tantissima gente è divenuto davvero impossibile fare a meno di internet e così passano gran tempo della loro giornata tra computer e smartphone in molti casi non rendendosi neppure conto della dipendenza. Ebbene si, il desiderio di navigare costantemente sul web e si stare appiccicati a pc e smartphone può essere definita “dipendenza da Internet”, proprio come quella diagnosticata ad un giovane quindicenne di Montefalco, in provincia di Perugia.

Il giovane si era allontanato spontaneamente da casa ed è stato ritrovato nell’area di Santa Maria Novella a Firenze mentre vagava in stato confusionale. Sono subito stati chiamati i soccorsi ed il quindicenne è stato trasferito all’ospedale dove ha in seguito raccontato ai medici di aver trascorso la notte al computer e di essersi recato la mattina, spontaneamente, a Firenze per incontrare una persona conosciuta tramite il social network Facebook.

I medici hanno dichiarato “Il paziente presenta dipendenza tecnologica da Internet favorita da tratti di ansia sociale e scarsa rete interpersonale”. Inoltre i medici hanno consigliato al giovane “una visita delle neuropsichiatria infantile e eventuale presa in carico per dipendenza tecnologica e conseguenti disturbi del sono, di concentrazione, attenzione, ansia sociale”.

Next Post

Paura tra i bambini, a causa dei pochi vaccini è tornata la meningite

“Avere tre casi in pochi giorni di meningite da hemophilus non era mai successo in anni recenti, si pensi che nel 2012 ve ne era stato solo uno. Così come di avere casi di pertosse. È una vergogna che nel 2015 ancora ci siano bambini che rischiano la vita per […]