Sirt Diet la dieta di Pippa Middelton per tornare in forma

Redazione

In tanti in questo periodo stanno seguendo delle diete per perdere quei chili di troppo accumulati durante le feste e tornare in forma per la prova costume.

Pippa Middelton ha anticipato i tempi e per il suo matrimonio ha deciso di mettersi a dite prima dell’arrivo dell’estate e ha sfoggiato una linea perfetta per il “gran giorno”.

La sorella della duchessa di Cambridge ha seguito la “Sirt Diet” regime alimentare che l’anno scorso ha fatto dimagrire anche la cantautrice londinese Adele che grazie a questo regime alimentare avrebbe perso oltre venticinque chili.

Questa dieta è stata ideata dai nutrizionisti Aidan Goggins e Glenn Matten, autori del libro “Sirt, la dieta del gene magro”. Seguendo queste regime alimentare si potrebbe arrivare a perdere fino a tre chilogrammi e mezzo alla settimana.

La dieta si divide in due fasi e non è basata sull’eliminazioni di determinati alimenti ma soprattutto sull’assunzione di alcuni cibi “Sirtfood” che sono in grado di stimolare il metabolismo facendolo bruciare più calorie, pari allo svolgere di un’attività fisica.

Questi alimenti sarebbero in grado di attivare dei geni chiamati “sirtuine” che sono dei veri e propri “super regolatori metabolici”.

Come hanno scritto i nutrizionisti che hanno ideato questa dieta: “A differenza di molte altre diete, che dicono cosa eliminare, la dieta Sirt dice cosa inserire nell’alimentazione. Per questo è più facile da seguire rispetto a qualunque altra dieta”.

La dieta si compone di due fasi. Nella prima fase che dura una settimana si andranno ad assumere 1000 calorie nei primi tre giorni e 1500 calorie nei quattro successivi. Si assumerà un solo pasto solido, a base di cibi “sirt” al giorno per i primi tre giorni e si dovranno bere tre succhi verdi. Negli altri giorni i pasti solidi saranno due e i succhi scenderanno a due.

La seconda fase detta di mantenimento dura due settimane, nelle quali si assumeranno tra pasti al giorno bilanciati ricchi di cibi “Sirt” e un succhi verde.

I succhi sono a base di cavolo riccio, rucola, prezzemolo, sedano, mela, limone, tè verde matcha, mentre gli alimenti “Sirtfodd” sono alcuni di uso comune come: l’olio extra vergine di oliva, le cipolle rosse, il prezzemolo, il radicchio rosso, il vino rosso, la rucola, il peperoncino, il cavolo riccio, la soia, le fragole, i capperi, il cacao e il caffè. Altri alimenti sono meno usati nella dieta mediterranea ma sono di facile reperibilità, tra questi ci sono: il levistico, il tofu, la curcuma, i datteri medjoul, il tè matcha.

Inoltre durante questo regime alimentare si potrà mangiare anche del cioccolato fondente, fino a 20 grammi, un motivo in più per provare a perdere chilogrammi senza grossi sacrifici a quanto dicono gli esperti e coloro che hanno seguito questa dieta.

Next Post

I Pirati dei Caraibi, tornano sul grande schermo dal 24 maggio

Torna sul grande schermo uno dei film di maggior successo della Disney Studios, il quinto capitolo della saga che vede protagonista Jack Sparrow interpretato da Johnny Depp. Alla regia è stata scelta la coppia formata da Joachim Rønning e Espen Sandberg, la scenografia è di Jeff Nathanson mentre la produzione […]
Pirati dei Caraibi, tornano sul grande schermo dal 24 maggio