Tanti abbracci e meno raffreddore e influenza

Redazione

Secondo uno studio condotto da Sheldon Cohen della Carnegie Mellon University di Pittsburgh, gli abbracci non soltanto sono un segno d’affetto che fa sempre piacere riceverli ma sono anche benefici per la nostra salute fisica.

La possibilità di contrarre l’influenza sarebbe indirettamente proporzionale al numero di abbracci che ogni giorno riceviamo, nel caso in cui ci si ammala l’infezione sarà più leggera.

Come ha dichiarato uno degli esperti che ha condotto questo studio: “Aumentare la frequenza degli abbracci, potrebbe essere un modo efficace per ridurre gli effetti deleteri dello stress” e tutte le conseguenze negative ad esso legate.

Non si hanno ancora delle certezze, ma molto probabilmente ricevere abbracci sprigiona delle molecole che vanno a rinforzare il nostro sistema immunitario, inoltre sentirsi amati e coccolati con abbracci giornalieri porta dei benefici a livello psicologico, con conseguenze positive sul nostro organismo che si rinforza contro raffreddore e influenza.

Abbracciarsi è quindi un buon antidoto per ammalarsi di meno e inoltre è un metodo gratuito e di questi tempi una cosa che non costa e fa anche bene è difficile da trovarsi.

Next Post

L'Ebola finisce al centro di un'ordinanza che il Tar boccia

L’ebola e la paura del contagio della malattia finirono lo scorso ottobre al centro di un’ordinanza di un sindaco leghista del comune di Padova. Un’ordinanza a cui, nel pomeriggio di ieri, ha posto fine il Tar del Veneto con una sonora bocciatura. Il primo cittadino di Padova aveva messo nero […]