Cambiamenti climatici: senza svolta, entro il 2030 la catastrofe

Cambiamenti climatici senza svolta, entro il 2030 la catastrofe

Le raccomandazioni che vengono dall’IPCC, Intergovernmental Panel on Climate Change, sono per alcuni versi drammatici: se entro il 2050 non taglieremo fra il 40-70% delle emissioni di gas serra, le temperature aumenteranno più di due gradi centigradi, un valore estremamente alto in relazione a tempi così brevi.

Questo vuol dire che entro il 2030 dovremo aver adottato tutte le misure necessarie a raggiungere l’obiettivo prefisso.

Ottmar Edenhofer, co-presidente dell’IPCC, ha detto che dalla scienza sta arrivando un messaggio chiaro, e cioè che non bisogna proseguire con un atteggiamento di sottovalutazione delle interferenze sul sistema climatico globale.

Il rapporto dell’IPCC, continua Edenhofer, rappresenta una nuova sveglia e dice che siamo di fronte a una questione di volontà e non di capacità.

Un’altra maniera, in sostanza, di dire che il problema è tutto politico. La questione si affronta soprattutto sotto il profilo energetico: si dovrà intervenire il più possibile rapidamente per eliminare le fonti da combustibile fossile, per sostituirle preferibilmente con le rinnovabili.Cambiamenti climatici senza svolta, entro il 2030 la catastrofe

Redazione

<em>Content writer professionista, in attesa di patentino giornalista pubblicista, appassionata di gossip, cronaca e curiosità.</em>