Cyber piante un progetto guidato dagli italiani

Redazione

Un progetto nato dalla WLAB, azienda italiana, e il supporto dell’Università di Firenze, si tratta delle prime cyber piante.

Le cyber piante possono essere utilizzate come sentinelle per monitorare il clima e rilevare i cambiamenti legati in particolar modo all’inquinamento atmosferico.

Il clima e i suoi repentini cambiamenti potrebbero essere studiati attraverso le cyber piante, ovvero piante che utilizzano dei sensori particolari, il progetto oltre all’Italia vede anche la collaborazione dell’Inghilterra e della Spagna, attraverso una partnership.

Nelle piante vengono inseriti questi sensori, che sono in realtà dei micro sensori, essi riescono a monitorare le condizioni del terreno e dunque anche il grado di intossicazione, ma come spiega il coordinatore del progetto Andrea Vitaletti, monitorare il nostro pianeta è possibile ma cambiarlo è compito degli esseri umani.

Cyber piante un progetto guidato dagli italiani

Next Post

Il digiuno che allunga la vita

Un gruppo di ricercatori californiani ha stabilito che digiunare quattro giorni al mese sarebbe una sorta di elisir di lunga vita. Secondo questo studio condotto in California e guidato da un nostro connazionale, il digiuno con cicli regolati e seguiti da esperti sarebbe in grado di rinnovare le cellule staminali, […]
Il digiuno che allunga la vita