Devastato il canile di Torino, la colpa dei rom

Redazione

E’ stato devastato a Torino, riportando danni per oltre centomila euro, un dei rifugi per cani e gatti dell’Enpa, (Ente Nazionale Protezione Animali), gli autori di quest’atto vandalico sarebbero un gruppo di ragazzini rom.

Non sarebbe la prima volta che i giovani nomadi, che apparterebbero a un campo vicino al rifugio, si introducono nella struttura e i responsabili avevano più volte denunciato la mancanza di personale di sorveglianza e di forze dell’ordine.

Sono stai sfondati i muri, rovesciate le gabbie con all’interno gatti e cani, completamente distrutta la sala operatoria veterinaria. Molto impauriti gli ospiti che erano presenti nel rifugio che erano presenti nel rifugio e alcuni di questo sono rimasti anche feriti, fortunatamente non in maniera grave. Ora i responsabili e i volontari dell’ambulatorio di via Germagnano chiedono aiuto per adottarli: “Chi volesse dare una mano, magari adottando uno dei nostri sfortunati animali, può contattarci su torino@enpa.org“.

Tramite i social, sale una pericola rabbia verso gli autori di questo gesto e si teme che nel capoluogo torinese possa essere messa in atta quale forma di rappresaglia nei confronti di rom autori del gesto vandalico.

Next Post

Tablet e cervello il troppo utilizzo fa perdere concentrazione

La tecnologia è tanto bella quanto a volte pericolosa, è quello che ci fa capire uno studio condotto dalla Microsoft Canada. Si è trattato di una ricerca sui dispositivi mobili smartphone e tablet, in particolar modo su questi ultimi, su un campione di 2mila intervistati che si sono sottoposti anche […]
Tablet e cervello il troppo utilizzo fa perdere concentrazione