Dieta chetogenica, davvero consigliata per dimagrire?

Redazione

Da alcuni anni la dieta chetogenica sta guadagnando sempre più popolarità, ma è realmente utile per perdere peso?

Esistono diversi meccanismi che potrebbero spiegare perché la dieta chetogenica ha un effetto positivo sulla perdita di peso. Uno dei motivi principali citati è la diminuzione dell’appetito: i lipidi (grassi) che vengono consumati in maggiore quantità in questa dieta vengono digeriti più lentamente rispetto ad altri macronutrienti.

Dieta chetogenica davvero consigliata per dimagrire

Hanno quindi un effetto satiogeno che dura più a lungo, il che ci porta a mangiare quantità minori e a distanziare i pasti. Questa perdita di appetito può anche essere dovuta alla presenza di corpi chetonici.

Ciò significa che mangiando di meno (per perdita di appetito o una migliore sensazione di sazietà), si crea un deficit energetico che spesso permette di dimagrire. Ma non è per tutti e ci sono ovviamente dei rischi.

La dieta chetogenica non funziona necessariamente per tutti, ogni corpo ha il suo modo di funzionare. Per le persone che vogliono perdere peso, questa può essere una delle tante opzioni.

Per chi ha più difficoltà a digerire i carboidrati, che si tratti di intolleranza al glutine o sensibilità digestiva ai cibi fermentabili, ad esempio, anche il passaggio a una dieta ricca di grassi può essere un’opzione interessante.

Mentre altri vedranno un aumento della loro energia complessiva, alcune persone potrebbero sperimentare effetti collaterali nella fase iniziale (chee spesso svaniscono), come ad esempio: costipazione, eruzioni cutanee, crampi muscolari, debolezza generale o mal di testa.


È quindi importante confermare con un nutrizionista di non avere alcuna condizione controindicata, in particolare carenze nutrizionali o anamnesi cardiovascolare o diabetica.

Con la dieta chetogenica e se seguita correttamente, c’è più perdita di peso durante i primi 3-6 mesi, ma tende a rallentare in seguito . In effetti, la dieta chetogenica è particolarmente difficile da seguire per un lungo periodo. Per alcuni è la sua monotonia, la difficoltà di mantenerla in determinati contesti sociali (famiglia, amici, relazioni sentimentali, ecc.) E / o la presenza allettante di cibi ricchi di carboidrati ovunque nel nostro ambiente. Pertanto osserviamo un rallentamento della perdita di peso e persino un aumento di peso dopo 12-24 mesi. Quindi devi essere sicuro di voler seguire questo approccio a lungo termine (e non per un breve periodo) per vedere risultati che saranno sostenuti .

C’è da dire che mancano prove scientifiche per convalidare gli effetti a lungo termine di questa dieta, nonostante molte persone che hanno segnalato un miglioramento della loro qualità di vita grazie ad essa. Se trovi l’eliminazione completa dei carboidrati troppo drastica, ecco come scegliere i “carboidrati giusti” nella tua dieta.

Next Post

Dieta: Gli ultra 60 non hanno bisogno di più proteine

Secondo l’Health Council, gli anziani sani di età superiore ai 60 anni non hanno bisogno di più proteine ​​rispetto agli altri adulti. Tuttavia, nei suoi nuovi “valori dietetici di riferimento per le proteine” il Consiglio ha leggermente aumentato l’obiettivo proteico per gli adulti, da 0,80 a 0,83 grammi per chilogrammo […]
Dieta Gli ultra 60 non hanno bisogno di piu proteine