Fiumicino un incendio da reato colposo

Redazione

A Fiumicino un incendio ha impedito ai tifosi della Fiorentina di seguire la propria squadra contro il Siviglia.

Incendio colposo contro ignoti, questa l’ipotesi di reato formulata dal pm Valentina Zaratto della procura di Civitavecchia.

L’incendio è scoppiato al Terminal 3 dell’aeroporto di Fiumicino.

Il magistrato ha disposto il sequestro dell’area dove si è generato il rogo.

La procura aspetta un’informativa per provare a capire cos’è successo, indagano i vigili del fuoco.

Si dovranno verificare i dispositivi di sicurezza dell’aeroporto romano con un Sopralluogo del Nucleo investigativo antincendi. Si dovrà comprendere dove è partito l’incendio.

Si dovrà verificare anche la condizione degli impianti elettrici, controsoffitti, soprattutto dove ci sono i cavi. Ieri era già scattato un allarme per il surriscaldamento dell’impianto elettrico.

Dalle indagini sul rogo si è compreso che la  causa è stata un corto circuito di un quadro elettrico dietro il frigo di un bar. ”Stamattina ho potuto constatare di persona i danni provocati dall’incendio propagatosi nella notte: centinaia di metri quadrati, dal controllo passeggeri alla zona duty free, sono andati completamente in fumo. Ci vorrà del tempo prima che il cuore dell’Aeroporto Leonardo Da Vinci torni a battere come prima”. Queste le parole del sindaco di Fiumicino, Esterino Montino.

Next Post

Migranti come risolvere secondo Alfano

Il Ministro dell’Interno, Angelino Alfano dopo la Conferenza Unificata ha cercato una soluzione. Così prima del vertice sull’immigrazione che si terrà a breve, «Invece di farli stare lì a non far nulla – ha aggiunto – che li facciano lavorare». «Equa distribuzione tra tutti i Paesi dell’Europa e tra tutti […]
alfano-sui-migranti