Germania, migliaia di persone in strada per gridare al complotto

Redazione

In Italia, nei giorni scorsi, si è tenuto persino un incontro in Senato tra coloro che non credono alla gravità del Coronavirus e alle sue terribili conseguenze.

Tra i maggiori esponenti di questo moderno “negazionismo” spiccano Vittorio Sgarbi e Matteo Salvini, per citare solo i più noti, che sono convinti che tutto quanto fatto dal governo per limitare la diffusione del virus sia inutile, ed anzi abbia solo contribuito ad affossare l’economia del paese.

Ma i negazionisti non hanno una sola bandiera, e nella giornata di ieri sono scesi in piazza anche a Berlino per rivendicare le proprie ragioni.

Germania migliaia di persone in strada per gridare al complotto

Migliaia di manifestanti, tra cui molto negazionisti, si sono dati appuntamento sotto la Colonna della Vittoria, che gli organizzatori del raduno dal palco chiamano Colonna della Libertà, per gridare al complotto contro le multinazionali del farmaco, il governo repressivo, Bill Gates, la stampa.

Tra gli slogan più gettonati dei manifestanti: “Mostrami il tuo sorriso”, in riferimento al rifiuto di utilizzare le mascherine e “Siamo rumorosi, perché la nostra libertà viene rubata” e ancora “La maschera è la stella ebraica nazista dei non vaccinati”.

La richiesta principale della piazza è stata quella di rimuovere le restrizioni, nonostante l’emergenza sia in pieno corso tanto in Germania, quanto nel resto del mondo.

Una manifestazione molto partecipata, anche se interrotta dalla polizia, a causa del mancato rispetto delle regole che stavano contestando.

Next Post

Eurostat, ecco quante vittime ha mietuto il Covid in tre mesi

In Italia ed in Europa impazzano i negazionisti, coloro che negano la gravità del Covid e quindi ritengono eccessive e controproducenti tutte le misure adottate in questi mesi. Eppure migliaia di persone hanno perso la vita, nel mondo sono milioni i contagiati, e in nessun luogo del mondo lo si […]
Eurostat ecco quante vittime ha mietuto il Covid in tre mesi