iperglucagonemia, quali fattori a digiuno nel diabete tipo 2

Redazione

Quali sono i fattori determinanti associati all’iperglucagonemia a digiuno nel diabete di tipo 2?

Un nuovo studio ha esaminato la relazione tra iperglucagonemia a digiuno, che può influenzare negativamente il metabolismo del glucosio nei pazienti con diabete di tipo 2 (T2D),  e diversi fattori biochimici e glicemici in soggetti con T2D o in un gruppo di controllo non diabetico. I risultati dello studio, che aiutano a chiarire i meccanismi che stanno alla base dell’iperglucagonemia a digiuno, sono stati pubblicati su Sindrome metabolica e disturbi correlati , una rivista peer-reviewed di Mary Ann Liebert, Inc., editori.

Filip Knop, Steno Diabetes Center Copenhagen, Università di Copenaghen, Facoltà di Scienze mediche e sanitarie, Università di Copenaghen e un gruppo di ricercatori sono stati co-autori dell’articolo ” Determinanti del digiuno iperglucagonemia in pazienti con diabete di tipo 2 e non diabetici di soggetti di controllo . ” I ricercatori hanno esaminato un’ampia gamma di fattori, tra cui l’indice di massa corporea, il glucosio plasmatico a digiuno, l’emoglobina A1c, le concentrazioni di insulina e il rapporto vita-fianchi (WHR).

I pazienti con T2D avevano concentrazioni di glucagone plasmatico a digiuno significativamente più elevate. Ulteriori analisi hanno dimostrato che importanti fattori determinanti all’interno di questo gruppo T2D erano la WHR così come il controllo glicemico e le concentrazioni di insulina plasmatica a digiuno. Questi risultati suggeriscono un ruolo per la deposizione di grasso viscerale in aumento delle concentrazioni di glucagone nel plasma a digiuno. I ricercatori riportano che WHR è un fattore determinante del digiuno iperglucagonemia in entrambi i pazienti con T2D e soggetti non diabetici.

Il glucagone è l’ormone glucoregolatore trascurato nel diabete di tipo 2, principalmente perché la sua disregolazione è considerata secondaria rispetto a difetti nella secrezione di insulina.Non c’è una crescente evidenza che la secrezione anormale di glucagone si verifichi all’inizio della patogenesi del diabete. Questo documento insieme ad alcuni altri suggerisce che i difetti nell’azione dell’insulina contribuiscono a questa disregolazione “, afferma il dott. Adrian Vella, redattore capo della sindrome metabolica e disturbi correlati e professore alla Mayo Clinic College of Medicine, Rochester, MN.

Next Post

Psoriasi a placche, mai mettere da parte le terapie tradizionali

Psoriasi a placche ecco quali sono le terapie tradizionali da non scartare I farmaci biologici hanno dimostrato di essere un trattamento efficace nella psoriasi a placche, ma i medici tendono a non scartare le terapie più tradizionali per il trattamento della psoriasi. Secondo Laura Ferris, MD, Ph.D., dermatologo dell’Università di […]
Psoriasi a placche mai mettere da parte le terapie tradizionali