Italicum avanti dopo il primo Ok

bersani-e-litalicum

La fiducia posta al Governo passa alla Camera, si è discusso il primo articolo della riforma elettorale.

Ci sono stati 352 voti favorevoli, non hanno votato 38 deputati del Pd, per il Jobs Act per il quale furono 29.

Hanno votato contro 207 deputati, un solo astenuto. Il voto è stato nominale.  I deputati di Sel hanno messo una fascia nera al braccio in segno di lutto e così hanno fatto anche quelli del Movimento 5 Stelle.  Renzi ha ringraziato così: “Grazie di cuore ai deputati che hanno votato la prima fiducia. La strada è ancora lunga ma questa è #lavoltabuona”. Lo scrive il premier su Twitter comunicando così l’esito del primo voto di fiducia su Italicum.

Ecco i 38 deputati della minoranza Pd che non hanno votato la fiducia al governo sull’Italicum: Roberta Agostini, Albini, Bersani, Bindi, Bossa, Bruno Bossio, Capodicasa, Cimbro, Civati, Cuperlo, D’Attorre, Fabbri, Gianni Farina, Fassina, Folino, Fontanelli, Fossati, Carlo Galli, Giorgis, Gnecchi, Gregori, Laforgia, Letta, Leva, Maestri, Malisani, Marco Meloni, Miotto, Mugnato, Murer, Giorgio Piccolo, Pollastrini, Stumpo, Vaccaro, Zappulla, Zoggia, Epifani, Speranza

Bersani commenta: “Lo strappo è stato di Renzi non mio”

Redazione

<em>Content writer professionista, in attesa di patentino giornalista pubblicista, appassionata di gossip, cronaca e curiosità.</em>