Nella notte dei Musei disagi per i troppi visitatori a Pompei

Redazione

La notte dei Musei è stata un successo, come prevedibile: in molti non si sono lasciati sfuggire la possibilità di visitare gratuitamente i siti storici e culturali di tutta Italia, per di più nella suggestiva atmosfera che solo le tenebre possono creare.

Anche la Campania, coi suoi numerosissimi lessi storici, è stata assalita dai visitatori e molti siti hanno ricevuto visite record.

In alcuni luoghi, come presso gli scavi di Pompei e la Reggia di Caserta, si sono registrati disagi e ressa tra i visitatori assiepati in lunghe file in attesa di entrare.

A Pompei per esempio era stato stabilito che le visite si sarebbero svolte in gruppi di 30, per un massimo di 370 minuti. Ma i visitatori all’ingresso erano in un numero considerevolmente maggiore, e anche i non prenotati reclamavano l’ingresso.

A Caserta, invece, nonostante il tempo instabile, una lunga fila, già dopo mezzora dall’apertura serale, si estendeva dinanzi ai cancelli, aspettando di entrare.

 

Nella notte dei Musei disagi per i troppi visitatori a Pompei

Next Post

Gianna Nannini porta la sua anima rock al Meyer

Con la sua estrema forza di volontà e di vivere, Gianna Nannini ha portato lka sua musica e la sua allegria all’ospedale Meyer di Firenze. La cantante senese ha visitato i molti bambini ricoverati, col sorriso sulla faccia e tanta allegria, assicurandogli che il loro ospedale è il più bello […]