Piercing ai genitali considerato una Mutilazione, nuove regole nel Servizio Sanitario Inglese

Redazione

Nuove regole sono in arrivo nel Servizio Sanitario inglese riguardo al piercing fatto agli organi genitali femminili considerato come frutto di una pratica violenta inferta alle donne e le donne con piercing agli organi genitali saranno considerate come vittime di un crimine mentre invece coloro che avranno materialmente effettuato il piercing verranno perseguiti per aver commesso un reato.

Le nuove regole, secondo quanto riportato dal quotidiano “The Indipendent”, saranno introdotte con esattezza a partire dal prossimo mese di Aprile, e considereranno il piercing fatto agli organi genitali femminili, anche se effettuato per ragioni estetiche, come una mutilazione genitale.

“Mentre alcune donne possono scegliere di avere piercing genitale, in alcune comunità le ragazze sono costrette ad averli. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha giustamente definito questa pratica come una forma di MGF. Stiamo prendendo tutte le precauzioni per registrare quei piercing genitali che sono stati realizzati in un contesto abusivo. La nuova collezione di dati contribuirà a costruire un quadro delle dimensioni e della natura del problema che stiamo affrontando e porre un freno a questa terribile pratica”. Sono state queste le parole pronunciate da un uomo del Dipartimento della Salute.

 

Next Post

Perugia, disturbi gastrointestinali per 14 bambini

Sono in totale quattordici i ragazzini di Perugia finiti in ospedale con problemi di salute legati allo stomaco. Nello specifico, secondo quanto trapelato dalle prime indiscrezioni, i ragazzini appartenenti a due diversi istituti di Perugia e nello specifico ad un istituto di scuola media e un istituto di scuola elementare, […]