Scienziati studiano i rischi di allergia per il vaccino Covid

Gli scienziati stanno osservando un potenziale colpevole che causa le reazioni allergiche al vaccino Pfizer Inc. e BioNTech SE Covid-19: il composto polietilenglicole, noto anche come PEG.

Sei gravi reazioni allergiche al vaccino sono state segnalate negli Stati Uniti, secondo i Centers for Disease Control and Prevention, su 272.001 dosi somministrate fino al 19 dicembre. Almeno due casi di anafilassi si sono verificati anche nel Regno Unito. Persone negli Stati Uniti che hanno iniziato a ricevere il vaccino di Moderna Inc. lunedì e finora non sono state segnalate reazioni allergiche.

In una dichiarazione, Pfizer ha affermato che “monitorerà attentamente tutte le segnalazioni indicative di gravi reazioni allergiche a seguito della vaccinazione“. La società ha affermato che le informazioni sulla prescrizione includono un avvertimento che “un trattamento medico appropriato e una supervisione dovrebbero essere sempre prontamente disponibili in caso di un raro evento anafilattico a seguito della somministrazione del vaccino“.

Gli scienziati stanno puntando su PEG come potenziale sospetto anche se le autorità sanitarie affermano che stanno ancora indagando sugli incidenti e pianificano di studiare ulteriormente la questione. Il composto si trova in altri farmaci ed è noto per scatenare anafilassi in rare occasioni.

Anche se penso che stiamo solo speculando qui … è noto che uno dei componenti che è presente in entrambi i vaccini – il polietilenglicole – può essere associato, in modo insolito, a reazioni allergiche“, ha detto Peter Marks, direttore del Food e il Centro per la valutazione e la ricerca sui prodotti biologici della Drug Administration, in una conferenza stampa del 18 dicembre.

Quello che stiamo imparando ora è che quelle reazioni allergiche potrebbero essere un po ‘più comuni delle rarissime che pensavamo fossero perché le persone vengono esposte al polietilenglicole in vari preparati farmaceuticì“, ha detto, aggiungendo che la FDA prevede anche di guarda il lancio del vaccino Moderna “molto da vicino” poiché entrambi i vaccini contengono PEG.

In entrambi i vaccini Pfizer-BioNTech e Moderna, il PEG fa parte dell’involucro grasso che circonda l’RNA messaggero, l’ingrediente principale del vaccino. Una volta che l’mRNA entra nelle cellule, insegna loro a creare una proteina che assomigli alla proteina spike che si trova sulla superficie del coronavirus. Ciò induce una risposta immunitaria specifica che rafforza le difese del corpo per quando è esposto al vero virus. L’involucro grasso contenente PEG aiuta a garantire che l’mRNA attraversi la membrana cellulare e penetri nelle cellule.

Le allergie al PEG sono estremamente rare, dicono allergologi e immunologi, ed è possibile che le poche persone che hanno avuto reazioni dopo aver ricevuto il vaccino Pfizer-BioNTech abbiano reagito a qualcos’altro. Il composto si trova in una gamma di prodotti, dicono, come cosmetici, alimenti e farmaci. Alcuni vaccini contengono anche composti simili al PEG, notano.

Alcuni tipi di PEG hanno maggiori probabilità di causare reazioni allergiche rispetto ad altri, dicono gli scienziati.

Fanno tutti parte di una grande famiglia numerosa, ma in termini di potenziale allergico, non sono uguali“, ha detto Elizabeth Phillips, direttore del Center for Drug Safety and Immunology presso la Vanderbilt University Medical Center. I tipi di PEG più pesanti hanno generalmente maggiori probabilità di provocare reazioni allergiche rispetto ad altri, ha detto.

Allo stesso tempo, “il PEG nei vaccini è diverso da quello che è stato precedentemente associato alle reazioni allergiche“, ha detto James Baker, un immunologo che dirige il Michigan Nanotechnology Institute for Medicine and the Biological Sciences presso l’Università del Michigan.

La struttura generale è molto diversa da tutto ciò che è stato in un vaccino prima“, ha detto. Ciò rende difficile dire come le reazioni allergiche al PEG nei vaccini Covid-19 si confronteranno con le reazioni allergiche ad altri PEG, come quelle di alcuni lassativi, che hanno causato rare reazioni allergiche in passato.

Gli esperti di allergia dicono che non è ancora certo se le reazioni viste finora fossero reazioni allergiche classiche, cioè reazioni immunitarie che coinvolgono un anticorpo chiamato immunoglobulina E, o IgE, che fanno parte del cosiddetto braccio adattativo del sistema immunitario, che impara a riconoscere intrusi specifici. Le reazioni potrebbero anche essere dovute a una mancata accensione del sistema immunitario innato, causando una cascata di reazioni in quello che è noto come sistema del complemento del corpo.

Sebbene PEG sia un possibile colpevole, “dobbiamo mantenere una mente aperta riguardo ad altre possibilità“, hanno aggiunto.

Per ora, il CDC afferma che le persone che hanno una storia di gravi reazioni allergiche a qualsiasi componente dei vaccini Pfizer-BioNTech o Moderna non dovrebbero ricevere il vaccino e coloro che hanno una grave reazione allergica dopo la prima dose non dovrebbero ricevere la seconda.

Le persone con gravi allergie a qualsiasi altro vaccino o iniettabile possono ricevere il vaccino, ma dovrebbero parlare in anticipo con i loro medici per valutare i rischi di una reazione allergica con i benefici di ricevere il vaccino, consiglia l’agenzia.

Non c’è motivo per cui le persone che hanno una storia di reazioni allergiche lievi o gravi a cibo, animali domestici, farmaci orali o allergeni ambientali non dovrebbero ricevere il vaccino, dice il CDC.

Redazione

<em>Content writer professionista, in attesa di patentino giornalista pubblicista, appassionata di gossip, cronaca e curiosità.</em>