La Nasa mostra la missione su Marte del prossimo 18 febbraio

La Nasa mostra la missione su Marte del prossimo 18 febbraio

L’agenzia spaziale statunitense (Nasa) ha pubblicato un’animazione che mostra come il suo rover Perseverance da una tonnellata, atterrerà su Marte il 18 febbraio.

Il robot sarà inviato in un cratere chiamato Jezero dove cercherà prove di vita passata. Ma per intraprendere questa ricerca, dovrà prima atterrare dolcemente.

La sequenza di manovre necessarie per atterrare su Marte viene definita con la frase “sette minuti di terrore“.

Con una distanza nel giorno di 209 milioni di km (130 milioni di miglia) tra la Terra e Marte, ogni momento e ogni movimento viene mostrato nell’animazione deve essere comandato dai computer di bordo.

Inizia a più di 100 km sopra Marte, dove il rover Perseverance incontrerà i primi spiragli di atmosfera.

La Nasa mostra la missione su Marte del prossimo 18 febbraio
Il rover perseverance (foto@Nasa)

A questo punto il veicolo, nella sua capsula protettiva, viaggia a 20.000 km / h (12.000 mph).

In poco più di 400 secondi, il sistema di discesa deve ridurre questa velocità a meno di 1 m / s in superficie.

La maggior parte del lavoro è svolto da uno scudo termico.

Quando la capsula si immerge più in profondità nell’aria marziana, diventa super-calda a più di 1.000 ° C, ma allo stesso tempo la resistenza rallenta notevolmente la caduta.

Nel momento in cui il paracadute supersonico si schiera dal backshell della capsula, la velocità è già stata ridotta a 1.200 km / h.

Perseverance utilizzerà il paracadute largo 21,5 m per poco più di un minuto, strofinando ulteriormente quella velocità di entrata.

Tuttavia, le fasi più complesse devono ancora venire.

Ad un’altitudine di 2 km, e mentre si muove a 100 m / s, il rover Perseverance e la sua “Skycrane” si separano dal backshell e cadono.

Otto razzi si accendono per portare il rover in una posizione sospesa appena sopra la superficie. Le corde di nylon vengono utilizzate per abbassare a terra il veicolo a ruote.

Quando Perseverance rileva un contatto, deve immediatamente recidere i cavi o verrà trascinata dietro la gru mentre la culla vola via per smaltirsi a una distanza di sicurezza.

La sequenza sembra più o meno la stessa usata per mettere l’ultimo rover della Nasa, Curiosity, sulla superficie di Marte otto anni fa. Tuttavia, gli strumenti di navigazione sono stati migliorati per mettere Perseverance in una zona di atterraggio ancora più definita.

Il touchdown è previsto nel tardo pomeriggio, ora locale, su Marte, poco prima delle 21:00 GMT sulla Terra.

Vale la pena ricordare che il giorno dell’atterraggio, il tempo impiegato da un segnale radio per raggiungere la Terra da Marte sarà di circa 700 secondi.

Ciò significa che quando la Nasa riceve il messaggio da Perseverance che ha coinvolto la parte superiore dell’atmosfera, la missione sarà già viva o morta sulla superficie del pianeta da diversi minuti.

Il robot registrerà la sua discesa con la telecamera e con i microfoni. I file multimediali verranno rispediti sulla Terra dopo l’atterraggio, supponendo che Perseverance sopravviva.

Redazione

<em>Content writer professionista, in attesa di patentino giornalista pubblicista, appassionata di gossip, cronaca e curiosità.</em>