Stamina, Vannoni attacca Telethon e il web insorge

Redazione

Sono riprese le iniezioni di cellule staminali, la prima iniezione è stata praticata al piccolo Federico Mezzina affetto dal morbo di Krabbe, ma si continua a lanciare benzina sul fuoco per alimentare le polemiche.

Stavolta è una dichiarazione di Vannoni a scatenare la rete: il presidente di Stamina Foundation si scaglia contro Telethon, accusandoli di rodere per i risultati positivi che il metodo sta avendo sul piccolo Federico e accusandoli di raccogliere fondi per ricerche false, facendo riferimento alla guarigione di sei bambini che sarebbero stati curati da morbi finora rimasti incurabili.

La risposta di Telethon è immediata nel replicare che i propri risultati sono validati da riviste scientifiche di fama mondiale, ma nel frattempo gli utenti di internet si sono scagliati contro le dichiarazioni sicuramente affrettate del Vannoni, definendolo in modo anche molto pesante.

Non possiamo esprimere giudizi sulla validità del metodo Stamina, ma di certo non è giusto svalutare un’associazione fondamentale per la raccolta fondi per la ricerca della levatura di Telethon.

 

Stamina, Vannoni attacca Telethon e il web insorge

Next Post

Eutanasia, medico sardo confessa: “Ho aiutato a morire un centinaio di pazienti”

Una confessione scioccante è quello di un medico sardo, per la precisione un medico cagliaritano in pensione da diversi anni che è stato ordinario di Anestesiologia e rianimazione all’Università di Cagliari prima e anche della Sapienza di Roma, che ha confessato: “Ho aiutato a morire un centinaio i pazienti”. Il dottor in questione, ha rilasciato […]
Eutanasia, medico sardo confessa Ho aiutato a morire un centinaio di pazienti