Strage Tunisi, Touil si difende dichiarandosi innocente

Strage Tunisi Touil si difende dichiarandosi innocente

E’ intervenuto fermamente il marocchino Abdel Majid Touil, accusato della strage di Tunisi, l’attentato al Museo Bardo.

Il marocchino 22enne ha confermato “Non ho fatto nulla. Sono innocente e non so neanche perche’ sono qui”, poche parole per ribadire la sua innocenza e la totale estraneità ai fatti, Touil asserisce anche di non sapere neanche perché lo si è accusato dell’attentato al Museo Bardo.

Silvia Fiorentino, avvocato difensore di Touil, ha voluto confermare il punto di vista del suo assistito: “Touil si e’ proclamato innocente e parlato del suo arresto come di un errore”.

Intanto l’interrogatorio è durato circa due ore, oltre all’identificazione, procedura per ufficializzare le generalità dell’imputato, si è poi proceduto alla richiesta del consenso per l’estradizione, consenso che non è stato accettato da Touil.

Proprio l’estradizione non sarà, molto probabilmente, una strada percorribile, visto che in Tunisia esiste la pena di morte e dunque da parte dell’Italia dovrebbe esserci la certezza che non venga applicata poi tornato in patria.

Redazione

<em>Content writer professionista, in attesa di patentino giornalista pubblicista, appassionata di gossip, cronaca e curiosità.</em>