Tatuaggio, illegale il metodo Skinial

Redazione

I tatuaggi: begli ornamenti per il corpo, ricordi indelebili di momenti unici, ma anche tracce che a guardarli ogni giorno posso stancare, pentirli di averli fatti o rammendare sbagli.

Per non parlare di chi si affida a tatuatori non proprio esperti e si ritrova sulla pelle degli orrori che non sempre è facile nascondere: allora urge correre ai ripari, farsi togliere quelle tracce non più desiderate, con acidi abrasivi che spesso lasciano dolorose e antiestetiche cicatrici sulla pelle.

Proprio in questi giorni è partita un’indagine dalla Procura di Torino, che ha analizzato i medici alternativi all’uso dei laser: in particolare il medoto Skinial, nato in Germania e commercializzato in Italia da una ditta torinese, la Build Dream di via Montevecchio, userebbe un liquido a base di acido lattico iniettato sottopelle, che provocherebbe infezioni che a loro volta possono dar luogo a granulomi epidermici.

Secondo il ministero della Salute, questo metodo violerebbe le norme italiane, il liquido non sarebbe neppure catalogato come prodotto estetico, quindi ne ha vietato la commercializzazione.

 

Tatuaggi, illegale il metodo Skinial

Next Post

Gianluca Grignani tamburella ubriaco sul palco di Pedrini

Non sempre i cantanti mostrano il meglio di sé con acuti spettacolari o improvvisazioni a cappella che incantano i fan. Molto spesso i personaggi famosi dimenticano di essere anche degli esempi che la gente comune spesso tende ad emulare, e si lasciano andare a comportamenti non proprio consoni o quantomeno […]