Teatro dell’Opera di Roma, licenziato un corista per truffa

Redazione

Teatro dell'Opera di Roma, licenziato un corista per truffa

Il Teatro dell’Opera di Roma, è ancora sotto i riflettori per la polemica sorta dal giorno in cui il maestro Muti ha deciso di abbandonare il Teatro. Una serie di decisioni e polemiche da allora, che non accennano a placarsi.

Proprio un paio di settimane fa è stata presa la decisione di licenziare 182 componenti dell’orchestra e del coro, e nell’occasione fu licenziato anche un corista, con l’accusa di aver truffato l’ente e nello specifico per aver timbrato il cartellino al posto della moglie, cioè la sorella dell’ex sovrintendente Catello De Martino. A testimonianza del corista è intervenuto Pasquale Faillaci, il quale ha dichiarato: «È una montatura fatta ad arte con testimonianze probabilmente di fantasia che smonteremo. È una ritorsione per la mia attività sindacale».

Di contro, il corista ha dichiarato di voler fare ricorso, dichiarando: «Chi ha detto il falso verrà perseguito perché noi ci difenderemo in sede legale».

 

Next Post

Pistorius accusato di omicidio, in carcere per cinque anni

E’ arrivata la sentenza di condanna per Oscar Pistorius, condannato a cinque anni di carcere per aver ucciso, quella maledetta notte del 14 febbraio 2013, la sua fidanzata Reeva Steenkamp. Dopo tanto tempo, si è finalmente concluso il processo. L’ex atleta ha accolto la sentenza di condanna senza ribattere, ha […]