Termini, uomo bloccato coi sintomi del Covid: è positivo

Redazione

Durante la Fase 1 dell’epidemia di Covid 19, in Italia, il governo ha dovuto imporre con la forza la quarantena e tutte le misure necessarie a fermare il contagio.

Con la Fase 2 e poi con la 3, invece, non potendo controllare tutto e tutti, ci si è affidati al buonsenso di ognuno, ma tanti, troppi, stanno dimostrando di non averlo.

Nella giornata di ieri, alla stazione Termini di Roma, è stato scovato un uomo che tossiva e stava male.

Per questo ha attirato l’attenzione degli agenti della Polfer di Roma mentre si trovava su un treno di ritorno dall’Emilia Romagna. L’uomo, 53 anni originario del Bangladesh, è stato così fermato per controlli: è risultato positivo al Covid e avrebbe dovuto essere in isolamento fiduciario. 

Termini uomo bloccato coi sintomi del Covid

Nello specifico, dopo essere sbarcato a Fiumicino il 23 giugno con uno dei voli speciali da Dacca, l’uomo avrebbe dovuto stare per due settimane in isolamento fiduciario, ma invece ha pensato bene di viaggiare su e giù per l’Italia incurante di tutto e tutti: prima è andato verso la Romagna, poi nelle Marche, infine è tornato a Roma dove è stato fermato.

“Abbiamo attivato tutte le procedure previste dal protocollo sanitario – confermano i poliziotti che hanno proceduto al suo fermo- dopo aver soccorso il passeggero abbiamo allertato le autorità competenti. Ora stiamo ricostruendo gli spostamenti per il tracciamento. Un’operazione complessa perché l’uomo si è spostato più volte di regione in regione prima di rientrare a Roma”.

Next Post

Le lingue del business nel 2020

Oggi fare affari significa muoversi in un mercato globale: il 40% degli scambi commerciali a livello mondiale avviene tra paesi esteri con continue opportunità su larga scala. Con il mondo del business che si fa sempre più internazionale, Global Voices, agenzia di traduzione e interpretariato professionale, ha realizzato l’infografica “Le […]
Le lingue del business nel 2020