Tim Berners-Lee 25 anni di web ma ci vuole una costituzione

Redazione

Il padre del web così come lo conosciamo e lo utilizziamo adesso ha festeggiato insieme a tutti i 25 anni di internet.

Si sono passati 25 anni da quando Tim Berners-Lee ebbe l’intuizione di creare una rete per connettere i computer e condividere le informazioni per rendere il lavoro e la comunicazione più snella e veloce.

Da allora ne è passata di acqua sotto i ponti e oggi proprio il padre del web rivendica i diritti di internet legati agli utenti, intervistato dal Guardian, Tim Berners-Lee ammette che dovrebbe esserci una carta costituzionale online.

Una carta costituzionale che possa sancire i diritti della rete che nasce come mezzo di comunicazione basato sulla libertà, libertà intesa a 360 gradi e soprattutto neutralità, quindi assolutamente contro tanti Governi che “offuscano” internet e l’informazione libera per tanti cittadini.

Una carta costituzionale che comprenda non solo la libertà e la neutralità ma anche ovviamente i diritti alla privacy, questo è quello di cui ha bisogno la rete, il web non deve solo spegnere le sue 25 candeline.

Tim Berners Lee 25 anni di web ma ci vuole una costituzione

Next Post

Tagli spending review: auto blu, sede Rai, polizia e pensioni

Il commissario alla spending review, Carlo Cottarelli ha l’obiettivo di risparmiare tre miliardi di euro nel 2014. La previsione è invece di risparmiare 18 miliardi nel 2015 e 34 nel 2016. La prima voce che ha interessato Cottarelli è la spesa per le pensioni, che “è molto alta”, ha spiegato […]