Torino, anziana uccide a martellate la figlia disabile

Redazione

Un dramma della solitudine, dell’abbandono, del dolore rimasto per tanto, troppo tempo inascoltato? Le cause sono ancora tutte da chiarire e toccherà agli inquirenti cercare di capire cosa abbia potuto spingere una madre ad un gesto tanto efferato.

La terribile storia odierna viene da Torino: una donna di 85 anni ha ucciso a colpi di martello la figlia disabile di 44 anni, a Orbassano, in un’abitazione in via Gramsci.

Ad allertare i soccorsi, poco dopo le otto di ieri mattina, un uomo che ha chiamato i carabinieri: “Venite, mia moglie ha ammazzato mia figlia“, ha detto l’87enne.

Ed effettivamente le forze dell’ordine prontamente accorse si sono trovati dinanzi il cadavere della vittima straziato da numerose martellate, mentre la donna è stata portata in ospedale: prima del terribile gesto aveva assunto dei farmaci, probabilmente per farla finita anche lei.

Come premesso, le cause sono ancora tutte da chiarire ma non è escluso che alla base del gesto vi sia lo stesso movente che, negli anni, ha armato fin troppe mani: la madre aveva paura che, dopo la sua morte, nessuno si sarebbe preso cura adeguatamente di sua figlia, disabile dalla nascita.

Next Post

Rc Auto, attenzione a quelle false stipulate online

Sebbene con notevoli differenze da regione a regione, la polizza assicurativa da pagare sull’automobile è un vero e proprio salasso per la maggior parte degli italiani che quindi cercano sovente un modo per risparmiare. Comparare i prezzi e i preventivi in rete, o addirittura scegliere un’agenzia online che proponga prezzi […]
Rc Auto attenzione a quelle false stipulate online