Alfonso Bonafede rischia la poltrona di ministro della giustizia?

Redazione

Matteo Renzi, con la sua Italia Viva, non ci sta a far da semplice spettatore allo “scempio” che in queste settimane sta interessando il mondo della giustizia, ed è pronto ad intervenire a gamba tesa.

Le indiscrezioni dell’ultima ora sono chiare: l’ex premier non solo ribadisce che non voterà in nessun modo l’accordo sulla modifica della prescrizione siglato da Pd, M5s e Leu, ma minaccia di sfiduciare il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede(M5s). 

Consiglio dei Ministri (Foto@Wikipedia)

Nello specifico su Dagospia, in un flash, si legge: “In caso di fiducia sulla prescrizione, i renziani non faranno cadere il governo. Ma un minuto dopo il voto proporranno una mozione di sfiducia contro il solo ministro Bonafede. A quel punto, con l’appoggio di Lega, Forza Italia e frattaglie varie, avrebbero i numeri al Senato per colpirlo”. 

E a dargli man forte c’è anche Ettore Rosato che dichiara: “Andremo avanti sulla nostra strada, sulla prescrizione come sull’economia – dice – Sui principi non si fanno passi indietro, saremo coerenti fino alla fine, sugli altri temi parteciperemo ai tavoli aperti dal premier Conte. Noi facciamo battaglie in positivo. Non minacciamo nessuno, non pretendiamo, noi vogliamo convincere”.

Con la sua caparbietà, il ministro Bonafede si sta giocando la poltrona?

Next Post

Lodi, nuovi indagati per il treno deragliato

La giustizia sta lentamente ed inesorabilmente facendo il suo corso, ed anche se ci vorrà del tempo per appurare la verità, vogliamo dare fiducia a magistrati e forze dell’ordine che proprio in queste ore hanno ampliato la rosa degli indagati. Anche Rfi, oltre ai 5 operai, è infatti indagata per […]
Lodi nuovi indagati per il treno deragliato