Chieti, 67 enne uccide la moglie a sassate

Redazione

Certamente non era la prima volta che litigavano, ma purtroppo quella di ieri è stata l’ultima per una donna di 65 anni, uccisa dal suo stesso marito.

La tragedia, l’ennesimo femminicidio, si è consumata a Torino di Sangro, dove l’uomo, 67 anni, ex operaio della Denso di San Salvo (Chieti), ha aggredito e tolto la vita a sua moglie.

Secondo la prima ricostruzione i due erano in auto, forse diretti in paese, quando è scoppiata una violenta lite, che ha spinto la donna a decidere di scendere dall’auto.

La donna ha cercato di fuggire, ma il marito l’ha rincorsa e colpita più volte con una grossa pietra o un bastone, fino a lasciarla esanime tra gli alberi. Resosi conto di quanto aveva fatto, ha poi lui stesso chiamato il 118, ma i sanitari prontamente accorsi non hanno potuto far altro che constatare il decesso.

L’uomo è stato quindi posto in stato di fermo, poi accompagnato al pronto soccorso per alcune escoriazione al viso, segno probabile di una colluttazione, ed è stato infine rinchiuso nel carcere di Vasto.

Next Post

Napoli, la Camorra torna a mietere vittime

A Napoli è in corso una nuova faida di Camorra? Per alcuni è troppo presto per dirlo, ma di certo le strade della città tornano a tingersi di rosso, si è ricominciato a sparare per strada e qualche innocente rischia, presto o tardi, di rimanerne coinvolto. Quello che è certo […]
Bazzano custode uccide ladro sparandogli alla schiena