Como, giallo sulla donna uccisa: i carabinieri visionano le telecamere della stazione

Redazione

E’ ancora giallo su Lidia Nusdorfi, la donna 35enne uccisa a coltellate nel sottopassaggio della stazione di Mozzate in provincia di Como. I carabinieri stanno visionando le telecamere interne della stazione e delle altre zone del paese per trovare indizi utili per catturare l’assassino.

Si presume che il delitto possa essere legato a motivi passionali, e non una rapina finita male come ipotizzato inizialmente. Non ci sono testimoni oculari, anche se due egiziani hanno sentito le urla della donna e dopo hanno visto un uomo fuggire.

I due hanno quindi chiamato i soccorsi, che quando sono arrivati non sono riusciti a salvare la donna ferita mortalmente dalle coltellate.

Lidia Nusdorfi era ospite di alcuni parenti a Mozzate. Sabato scorso stava tornando a casa avviandosi verso il parcheggio della stazione, quando è stata aggredita mortalmente. E’ caccia all’uomo in tutto il paese.

donna uccisa

Next Post

Vasco Rossi annuncia su Facebook che al prossimo tour non ci sarà Solieri

Vasco Rossi ha annunciato su Facebook che al prossimo tour estivo, che prevede sette tappe tra Milano e Roma, non ci sarà Maurizio Solieri, storico chitarrista del rocker di Zocca col quale i rapporti si erano incrinati da un paio d’anni. Mancherà all’appello anche il batterista Matt Laug. La decisione […]