Ott 31, 2020

24Hlive.it

Tutte le news del web

Esercito americano spinge per utilizzare razzi nucleari nello spazio

Esercito americano spinge per utilizzare razzi nucleari nello spazio

L’ esercito americano mira ad utilizzare un razzo termico nucleare, per aumentare la sua capacità di monitorare ciò che accade nello spazio Terra-Luna.

La Defense Advanced Research Projects Agency (DARPA) ha appena assegnato un incarico da 14 milioni di dollari a Gryphon Technologies, una società di Washington, DC, che fornisce soluzioni tecniche e ingegneristiche per le organizzazioni di sicurezza nazionale.

Il denaro sosterrà il programma DARPA Demonstration Rocket for Agile Cislunar Operations (DRACO), il cui obiettivo principale è dimostrare un sistema di propulsione termica nucleare (NTP) in orbita terrestre. 

I sistemi NTP utilizzano reattori a fissione per riscaldare propellenti come l’idrogeno a temperature estreme, quindi espellono il gas attraverso gli ugelli per creare spinta. Questa tecnologia vanta un rapporto spinta / peso circa 10.000 volte superiore a quello dei sistemi di propulsione elettrica e un impulso specifico, o efficienza propellente, da due a cinque volte quella dei tradizionali razzi chimici, hanno scritto i funzionari della DARPA in una descrizione del programma DRACO .

Tali miglioramenti nella tecnologia di propulsione sono necessari per “mantenere la consapevolezza del dominio spaziale nello spazio cislunare – il volume di spazio tra la Terra e la luna“, si legge nella descrizione di DRACO.

Gryphon lavorerà per contribuire a rendere questa visione una realtà, utilizzando i 14 milioni di dollari appena assegnati.

Siamo orgogliosi di supportare DRACO e lo sviluppo e la dimostrazione di NTP, un significativo progresso tecnologico negli sforzi per raggiungere la consapevolezza dello spazio cislunare“, ha dichiarato in una nota il CEO di Gryphon PJ Braden .

L’amministratore della NASA, Jim Bridenstine, ha lodato il potenziale della tecnologia per l’esplorazione di Marte con equipaggio, ad esempio, sottolineando che il veicolo spaziale alimentato da NTP potrebbe portare gli astronauti sul Pianeta Rosso in soli tre o quattro mesi, circa la metà del tempo necessario con i tradizionali razzi chimici.

Questo è assolutamente un punto di svolta per ciò che la NASA sta cercando di ottenere“, ha detto Bridenstine durante una riunione del National Space Council lo scorso anno . (La NASA sta lavorando per portare gli astronauti sul Pianeta Rosso negli anni 2030.) “Questo ci dà l’opportunità di proteggere davvero la vita, quando parliamo della dose di radiazioni quando viaggiamo tra la Terra e Marte“.

fonte@Space.com

Copyright 2012 © 24hlive.it All rights reserved. | Newsphere by AF themes.