Sab. Dic 14th, 2019

24Hlive.it

Tutte le news del web

Frittura di paranza, ecco quali pesci scegliere

Frittura di paranza ecco quali pesci scegliere

La cucina regionale italiana è ricchissima, e ci sono piatti che riconoscono una regione piuttosto che un’altra, ma in tutte le regioni che affacciano sul mare o che comunque sono amanti del buon pesce fresco, c’è un piatto che non può che mettere d’accordo tutti: la frittura di paranza.

La frittura di paranza è una frittura di pesce di piccolo taglio, che deve il suo nome all’omonima barca da pesca per la pesca a strascico comunemente impiegata dalle marinerie italiane.

Bando al pesce surgelato che rilascerebbe troppa acqua, deve categoricamente essere utilizzato pesce fresco, ma quali sono i pesci da preferire per avere una frittura ricca e a regola d’arte?

Il fritto misto di paranza si fa esclusivamente con pesciolini fino a circa 7 cm di lunghezza e con pesci di piccole dimensioni da 7 a 10 cm. 

In genere vengono prediletti merluzzetti, triglie, sogliolette, suace, ma possono esservi anche altre varietà di pesce di piccolo taglio, come alici, mazzoni, retunni o vope.

Prima di cuocerli, i pesciolini vanno solo sciacquati, senza essere sventrati, e poi asciugati, infarinati e fritti. Appena tolti dall’olio, vanno fatti asciugare su carta assorbente, salati e serviti con fette di limone.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading...
Copyright 2012 © 24hlive.it All rights reserved. | Newsphere by AF themes.