Le mandorle un rimedio indiano per colesterolo e diabete

La mandorle utili per il diabete e ridurre il colesterolo

Le mandorle hanno molti effetti benefici sull’organismo, sono ricche di acidi grassi monoinsaturi, un tipo di grasso sano per il cuore. Gli acidi grassi monoinsaturi TL; DR aiutano a ridurre il colesterolo LDL (quello di tipo cattivo che ostruisce le arterie) mentre aumenta anche il colesterolo HDL, utile invece per il cuore. Le mandorle possono anche aiutarti a perdere peso, o semplicemente a tenerlo sotto controllo, grazie ai grassi sani e alle proteine ​​e fibre. Gli studi dimostrano che mangiare circa un grammo di mandorle al posto di uno spuntino ricco di carboidrati può aiutare a ridurre il grasso della pancia e migliorare il colesterolo, ma cosa importante possono avere un ruolo importante anche per una patologia come il diabete.

Il diabete è una malattia importante che colpisce la popolazione mondiale, è una condizione in cui il livello di zucchero nel sangue nel corpo aumenta perché l’insulina non è in grado di scomporla in energia. Ciò che rende questa malattia ancora più letale rendendo i pazienti più esposti ad altre malattie, come ad esempio le malattie cardiovascolari.

Ora, naturalmente, sappiamo tutti che prevenire è meglio che curare, e quindi è molto importante per i diabetici controllare ciò che mangiano e ricorrere a cibi più sani che possono mantenere il loro cuore sano e allo stesso tempo controllare il livello di zucchero nel sangue.

C’è un’abitudine che la maggior parte di noi dovrebbe seguire ogni mattina, mangiare una manciata di mandorle, immerse in acqua durante la notte. In realtà questa è una pratica che in India è molto seguita da generazioni, è quasi un’usanza che è stata seguita nel subcontinente indiano nel corso degli anni.

Secondo l’Ayurveda, le mandorle imbevute contengono una quantità di sostanze nutritive che sono molto benefiche per la nostra salute. Sono una buona fonte di proteine, vitamina E e manganese, che lavorano tutti per mantenere il cuore sano, rafforzare le ossa, ridurre il colesterolo e regolare la pressione sanguigna. Gli esperti di salute suggeriscono anche di sgranocchiare qualche mandorla tra un pasto e l’altro per frenare quei morsi improvvisi della fame. Sono un’ottima opzione per spuntini – niente spazzatura e pieno di bontà. Ma dovresti limitare l’assunzione a 8-10 mandorle imbevute al giorno,

Mandorle e salute del cuore

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Sindrome metabolica e disturbi correlati, il consumo giornaliero di mandorle può ridurre significativamente il rischio di malattie cardiovascolari negli indiani con diabete di tipo 2 e migliorare la loro salute generale. Questo perché includere le mandorle come parte di una dieta sana può aiutare a migliorare il controllo glicemico e i fattori di rischio cardiovascolare.

L’India è conosciuta come la capitale del diabete nel mondo, con l’incidenza del diabete di tipo 2 che attualmente raggiunge proporzioni epidemiche“, come riportano i ricercatori. Essi attribuiscono questa maggiore e precedente incidenza del diabete di tipo 2 in parte al “fenotipo dell’Asia meridionale“, una predisposizione genetica che rende gli indiani più suscettibili all’insulino-resistenza e al diabete di tipo 2.

I benefici delle mandorle sono noti a tutti, ma è il primo studio ha provato “a dimostrare i benefici per la salute di includere mandorle nella dieta con diabete di tipo 2“, ha detto il dott. Seema Gulati, ricercatore capo di lo studio.

I ricercatori hanno condotto lo studio reclutando 50 adulti a Delhi, di età compresa tra 25 e 70 anni, tutti con diabete di tipo 2 e livelli elevati di colesterolo. Dopo l’analisi, hanno riscontrato una significativa riduzione di una serie di fattori di rischio critici associati al diabete di tipo 2, tra cui circonferenza della vita, rapporto altezza-vita, colesterolo totale, trigliceridi sierici, colesterolo LDL, HbA1c (una misura del sangue a lungo termine della regolazione dello zucchero) e proteina C-reattiva (un marker per l’infiammazione nel corpo).

Lo studio e la ricerca

Le mandorle sono uno spuntino tradizionale per gli indiani; tuttavia, per la prima volta siamo stati in grado di dimostrare i suoi benefici scientifici a tutto tondo nei pazienti con diabete. Ora confidiamo nel prescriverlo a tutti i pazienti come snack sani a metà pasto “, ha affermato il dott. Anoop Misra, ricercatore.

Durante un periodo di rodaggio di tre settimane, i partecipanti hanno seguito una dieta standard conforme alle linee guida dietetiche per gli indiani asiatici e appropriata per il diabete. Durante questo periodo, ai partecipanti è stato anche chiesto di camminare per 45 minuti almeno cinque giorni a settimana per standardizzare la loro attività fisica e sono stati istruiti a mantenere lo stesso livello di attività per il resto dello studio.

C’erano 50 partecipanti che hanno completato lo studio commissionato dalla Almond Board of California in collaborazione con DFI.
Dopo il periodo di rodaggio, i partecipanti sono stati istruiti a sostituire il 20% del loro apporto calorico totale con mandorle intere e crude (mandorle non sbiancate con la loro buccia marrone intatta). Le mandorle sono state sostituite al posto del grasso (come olio da cucina e burro) e alcuni carboidrati in questa dieta di intervento che è stata seguita per sei mesi.

2 thoughts on “Le mandorle un rimedio indiano per colesterolo e diabete

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *