Melatonina e coronavirus, il legame tra loro

Redazione

Uno studio, pubblicato a ottobre su PLOS Biology , descrive in dettaglio i pazienti che sono passati attraverso le cliniche fino a giugno 2020. Di quel gruppo, i pazienti che hanno precedentemente utilizzato la melatonina avevano quasi il 30% in meno di probabilità di risultare positivi per SARS-CoV-2 , il virus che causa COVID-19. Questo dopo aver tenuto conto di variabili come età, razza, storia del fumo e varie malattie.

Guidato dagli scienziati della Cleveland Clinic, lo studio ha cercato di identificare i percorsi molecolari condivisi da altre malattie e COVID-19. Il pensiero è che i farmaci che la Food and Drug Administration ha già approvato per il trattamento di queste altre malattie potrebbero agire su questi percorsi condivisi e quindi trattare anche COVID-19.

Il team ha scoperto, ad esempio, che le proteine ​​associate alla sindrome da distress respiratorio e alla sepsi, che sono due delle principali cause di morte nei pazienti con COVID-19 grave, erano anche associate alle proteine ​​che compongono SARS-CoV-2. Attraverso il disegno di tali associazioni, i ricercatori hanno identificato 34 farmaci già utilizzati per trattare altre condizioni che potrebbero anche trattare COVID-19. La melatonina era la migliore promessa.

Questo potenziale punto di svolta è stato trovato in un dato paziente analizzato in stile Ex-Machina : tramite una piattaforma di intelligenza artificiale. Sviluppato dal Lerner Research Institute, il robot smarty pants ha esaminato tutti i tipi di informazioni sui pazienti che entravano e uscivano da quella clinica, compresi i farmaci che avevano assunto.

Naturalmente, ci sono avvertimenti, la ricerca su questo argomento è abbastanza nuova. “È molto importante notare che questi risultati non suggeriscono che le persone dovrebbero iniziare a prendere la melatonina senza consultare il proprio medico“, ha detto Feixiong Cheng, assistente del personale del Genomic Medicine Institute di Cleveland Clinic e autore principale dello studio.

I suoi commenti hanno senso, dato che le persone sono scappate per andare a prendere l’ idrossiclorochina quando il loro futuro ex presidente l’ha elogiata alla televisione nazionale, e quell’incoscienza ha effettivamente causato almeno una morte .

Uno studio clinico randomizzato sulla melatonina in pazienti con COVID-19 verificherebbe se è veramente l’aiuto per il sonno che lavora contro la malattia o qualche altra variabile.

Next Post

Samsung problemi con ricarica veloce wireless

La ricarica wireless è una tecnologia notoriamente complicata, con standard e implementazioni diversi per velocità più elevate che non sono compatibili tra loro. Tuttavia, sembra esserci un numero crescente di persone che hanno problemi con la ricarica rapida del Qi su telefoni Samsung, anche con dock che funzionavano perfettamente pochi mesi prima. […]
Samsung problemi con ricarica veloce wireless