Napoli, pinza dimenticata nell’addome durante un’operazione all’utero

Redazione

A Napoli ci sono delle eccellenze incredibili in ambito medico, riconosciute ed invidiate in tutto il mondo: luminari nel campo delle neuroscienze, della lotta ai tumori, dei trapianti all’avanguardia.
Ma purtroppo, per l’annosa mancanza di fondi e la mala gestione imperante, le strutture pubblica partenopee sono allo sfascio: le strutture sono fatiscenti, gli infermieri pochi e costretti a turni massacranti, i medici costretti a lavorare in condizioni impietose.

Ed è anche per questo che i casi di malasanità purtroppo non sono così rari, come quello che in queste ore è salito alla ribalta delle cronache.

Mercoledì scorso una donna di 49 anni è stata sottoposta a un intervento chirurgico, un’operazione all’utero, ma nell’addome, prima di ricucire, le hanno lasciato un bisturi.

Ecco perché la donna è dovuta tornare sotto i ferri il giorno di Pasqua, per rimuovere appunto la pinza.

A denunciare l’accaduto ai carabinieri del Nas è stato il commissario della Asl Napoli 1 ed i militari si sono quindi immediatamente recati in ospedale ed hanno sequestrato la cartella clinica.

«Questa mattina sono venuto a conoscenza di quanto accaduto il giorno di Pasqua al Loreto Mare: ho immediatamente disposto indagine interna finalizzata ad appurare la veridicità di quanto accaduto con dettaglio e precisi riferimenti a fatti e protagonisti. La relazione dovrà essere inviata entro lunedì 29 aprile e dovrà evidenziare eventuali responsabilità e/o comportamenti così da permettere la valutazione di eventuali azioni conseguenziali», ha fatto sapere il commissario Ciro Verdoliva.

Next Post

Notre Dame, gli operai hanno responsabilità nell’incendio?

Le immagini dello spaventoso incendio divampato nella Cattedrale di Notre-Dame, a Parigi, sono ancora negli occhi e nel cuore di tutti: per fortuna molti dei reperti preziosi conservati nella basilica sono stati salvati, ma la celeberrima guglia è andata perduta assieme al tetto. Le cause per cui è divampato l’incendio […]
Notre Dame gli operai hanno responsabilita nellincendio