Nasa, oggi la navicella atterra su asteroide Bennu
Nasa oggi la navicella atterra su asteroide Bennu

La NASA “tampinerà” l’asteroide Bennu in serata, prelevando un campione di roccia dalla sua superficie disseminata di massi e riportandolo sulla Terra in circa tre anni. 

Il velivolo OSIRIS-REx delle dimensioni di un furgone, dell’agenzia spaziale atterrerà per una manciata di secondi sulla roccia spaziale dopo una discesa di 4,5 ore attentamente controllata.

L’atterraggio dell’astronave è previsto intorno alle 22:00 BST (17:00 ET) in un’area chiamata Nightingale, una posizione di 52 piedi nell’emisfero settentrionale del piccolo asteroide, che ha un diametro inferiore a un terzo di miglio.  

Una complessa serie di passaggi automatizzati inizierà intorno alle 17:30 BST (12:30 ET), con la NASA che trasmetterà in streaming l’evento . 

OSIRIS-REx lascerà la relativa sicurezza della sua orbita e tenterà di allinearsi con la roccia, che sta viaggiando nello spazio a circa 63.000 miglia orarie.

Nasa oggi la navicella atterra su asteroide Bennu

Mentre l’imbarcazione da 800 milioni di dollari atterra, un braccio robotico di 11 piedi a bordo tenterà di raccogliere campioni dalla superficie. Verranno quindi analizzati e torneranno sulla Terra nel 2023. 

Gli scienziati sperano che la missione e i campioni approfondiranno la nostra comprensione di come si sono formati i pianeti e forniranno informazioni sugli asteroidi che potrebbero avere un impatto sulla Terra. 

Il sito di Nightingale è stato scelto perché rappresenta una delle aree più chiare sulla superficie dell’asteroide con il miglior accesso a materiale a grana fine.

Tuttavia, ci sono massi delle dimensioni di un edificio che circondano il sito, lasciando un punto delle dimensioni di pochi punti in cui atterrare. 

Se l’atterraggio va anche leggermente storto, OSIRIS-REx si troverà in un territorio insidioso, ha spiegato la NASA.

La prossima volta che parcheggi davanti a casa tua o davanti a un bar ed entri, pensa alla sfida di navigare Osiris-Rex in uno di questi punti a 200 milioni di miglia di distanza“, ha detto Mike, il vice project manager della NASA Moreau.

Una volta che scende dalla sua orbita alta mezzo miglio intorno a Bennu, la navicella impiegherà deliberatamente quattro ore per arrivare fino in fondo, appena sopra la superficie.

Quindi l’azione si avvia quando il braccio di 11 piedi di Osiris-Rex si allunga e tocca Bennu con un contatto che dura circa 10 secondi.   

Bennu si trova tra la Terra e Marte a una distanza di circa 207 milioni di miglia (334 milioni di chilometri) dal nostro pianeta. 

Per questo motivo, ci vorranno circa 18,5 minuti affinché i segnali viaggino tra OSIRIS-REx e la sede della NASA. 

Programmato in anticipo, il veicolo spaziale opererà in modo autonomo durante la manovra touch-and-go senza precedenti. 

Con un ritardo di 18 minuti nelle comunicazioni radio in ogni direzione, i controllori di terra del costruttore di veicoli spaziali Lockheed Martin vicino a Denver, non possono intervenire. 

Ciò significa che un atterraggio manuale è impossibile, con tutte le speranze di un atterraggio di successo che dipende dal sistema autonomo di bordo.  

OSIRIS-REx dovrebbe raccogliere almeno 2 once (57 grammi) di materiale roccioso di Bennu da riportare sulla Terra.

Questa sarà la più ampia selezione di campioni dai tempi delle missioni Apollo, che hanno avuto il bonus di molti più fondi e di esseri umani in superficie per aiutare la raccolta.

Potrebbero interessarti

Facebook un nuovo social solo per la professione

Si chiamerà “Facebook at work” e sarà la novità del nuovo anno.…

Con Google Street View vai indietro nel tempo

Con Google si potrà viaggiare nel tempo, ed andare a visitare i…

I regali sgraditi si riciclano su Ebay

Natale, tempo di regali sotto l’albero. Regali spesso non graditi. Il 61…

Mercurio si raffredda e si restringe sempre più

Risulta essere uno dei pianeti sottoposto ad un ridimensionamento del suo diametro…