Regina Elisabetta, ecco il perché dell’onnipresente borsetta

Regina Elisabetta ecco il perche onnipresente borsetta

Saldamente a capo del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord e dei Reami del Commonwealth dal 1952, la Regina Elisabetta II è anche icona di stile, coi suoi iconici completi dai colori più svariati e dai cappelli dalle infinite forge.

La regina, in tutte le ormai innumerevoli apparizioni pubbliche, ha sempre sfoggiato una borsetta, in coordinato con l’abito scelto o più spesso di vernice nera: un vezzo di stile?
Probabilmente sì, ma anche un oggetto usato per mandare messaggi ben chiari al suo staff.

A quanto pare, infatti, la borsetta manda determinati messaggi a seconda della posizione in cui si trova, e quindi lo staff sa come e quando intervenire.

Secondo gli esperti e gli studiosi che in oltre 60 anni di regno hanno studiato il suo comportamento, se la regina la posa a terra durante un pranzo, vuol dire che non ne può davvero più e che desidera andarsene. Qualcuno allora la raggiunge e le ricorda magari che si è fatto tardi per l’appuntamento successivo.

Se una persona la intrattiene troppo a lungo, passa la borsetta da un braccio all’altro per chiedere di essere liberata dallo scocciatore. Se invece tiene la borsa a sinistra e i guanti nella mano destra significa che tutto va bene, e che non desidera essere disturbata.

Ricordiamo che è dal 1968 che la regina non si separa dalle creazioni Launer, realizzate su misura per lei con manici più lunghi, per darle la possibilità di spostarle velocemente da un braccio all’altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *