Russia: morte di Nemtsov forse una provocazione

Redazione

Prosegue l’inchiesta sulla morte di Nemtsov, leader dell’opposizione russa, freddato da quattro colpi di pistola alla schiena sparati da sicari su un’auto bianca.

Un portavoce degli inquirenti ha dichiarato che l’inchiesta sta seguendo varie ipotesi tra cui la provocazione. L’omicidio di Nemtsov potrebbe portare infatti a destabilizzare gli equilibri. Il leader dell’opposizione potrebbe essere stato una vittima sacrificale. Nel frattempo pare che sia stata trovata un’auto bianca proprio come quella degli uomini che hanno ucciso Nemtsov.

Secondo alcune persone a lui vicino, l’uomo stava lavorando a un dossier sulla presenza russa in Ucraina. Forse era un personaggio scomodo o forse è stato solo un avvertimento. Comunque sia sono molti a pensare che la responsabilità sia del governo diretta o indiretta che sia. Putin ha promesso tuttavia che prenderanno gli assassini. Parlando con la madre di Nemtson ha parlato di “atto crudele”.

Next Post

Salvini a Roma contro Renzi

Si è svolta ieri una manifestazione della Lega a Roma, con tutti i leghisti e le forze di estrema destra. Si sono mobilitati quattromila forze dell’ordine per evitare che ci fossero guerriglie ma che fosse una manifestazione pacifica così come voleva il leader della lega Nord. Una manifestazione che aveva […]