Tra Natale e Capodanno ci si disintossica col brodo vegetale

Quattro giorni di dieta lampo per rigenerarsi dagli stravizi di Natale e Santo Stefano. A primeggiare nei menù pre cenone di fine anno saranno il brodo vegetale e l’acqua naturale.

Dai tortellini, al cappone, dal Pandoro al Panettone ai dolci tipici delle diverse regioni. Il tutto innaffiato da vini e spumanti. I giorni tra Natale e Santo Stefano mettono “ko” anche gli stomaci più forti. Gli esperti nutrizionisti consigliano per disintossicarsi e arrivare al cenone del 31 dicembre senza avere problemi con la bilancia di fare uso di brodo vegetale. Evitando fritture, condimenti e zuccheri è possibile depurarsi, eliminando
tossine e riducendo cellulite e sovrappeso. Bisogna bere molta acqua, almeno un litro e mezzo al giorno, per favorire con la diuresi la depurazione dell’organismo.

Patate, carote, una cipollina e del sedano, sono gli ortaggi con cui preparare il brodo depurativo da assumere una volta al giorno con 50 grammi di pastina. Il solo carboidrato concesso per il quattro giorni prima del cenone del 31.

Redazione

<em>Content writer professionista, in attesa di patentino giornalista pubblicista, appassionata di gossip, cronaca e curiosità.</em>