Trapianto di testa, possibile secondo Sergio Canavero

Redazione

Giusto un anno fa, il medico di Torino Sergio Canavero, aveva annunciato di voler effettuare un trapianto di testa. A distanza di tempo, il trapianto torna a far parlare di se, nonostante sia vietato dalla legge, impossibile e per alcuni versi anche fantascientifico.

Il medico, Canavero, al riguardo ha dichiarato: ” poter effettuare il trapianto dimostra come sia possibile fondere assieme i due monconi di midollo spinale tagliato chirurgicamente e come siano infondate le attuali conoscenze neurologiche sulle vie di trasmissione degli impulsi motori”. Il trapianto, dunque, sarebbe possibile effettuarlo grazie ad alcuni speciali materiali chiamati fusogeni o sigillanti di membrana, molto efficaci, e già sperimentati sui ratti da parte del Centro Medico dell’Università Heinrich-Heine di Dusseldorf, in Germania.

Lo studio condotto sui ratti, ha mostrato, da quanto riferisce il medico, che iniettando un fusogeno fra i due monconi in cui era stato tagliato il midollo spinale ratti hanno recuperato pienamente l’uso degli arti”. Queste dichiarazioni, hanno scatenato la polemica tra i colleghi, tra i quali Silvio Viale, presidente del Comitato Nazionale di Radicali Italiani e ginecologo il quale, riferendosi a Canavero ha affermato: “Un Frankenstein senza testa gioca al trapianto di cervello. Canavero non mescoli la sua follia con eutanasia, Eluana e Welby. Cose serie”.

Trapianto di testa, possibile secondo Sergio Canavero

 

Next Post

Lutto nel mondo del cinema, muore Robin Williams

E’ giunta nelle ultime ore, una notizia che ha sconvolto il mondo della cinematografia e non solo. All’età di 63 anni è morto l’attore Robin Williams, e la notizia ancora più scioccante è che molto probabilmente si parla di suicidio. L’attore, premio Oscar e protagonista di tantissimi film di grande […]