Brucellosi, mercato dei vaccini e come prevenirla

Brucellosi, mercato dei vaccini e come prevenirla

Il mercato dei vaccini per la brucellosi si evidenzia in un’analisi delle vendite e fatturati dei grandi produttori dal 2017-2022

Il report del Brucellosis Vaccines Market offre uno studio specialistico e approfondito sulla condizione attuale dell’industria dei vaccini contro la brucellosi globale, oltre agli scenari alle quote di mercato e alle previsioni delle entrate fino al 2022. Questo rapporto è una preziosa fonte di orientamento per le aziende.

Il rapporto di ricerca sul mercato globale dei vaccini contro la brucellosi fornisce una visione completa del mercato valutando l’impatto dei progressi tecnologici, i cambiamenti nelle abitudini di investimento e una panoramica approfondita delle specifiche del prodotto. Il rapporto studia anche i vari inibitori e motivatori del mercato dei vaccini contro la brucellosi globale sia in termini quantitativi che qualitativi al fine di fornire informazioni accurate ai lettori.

Le principali aziende legate ai vaccini da brucellosi sono: Bayer HealthCare, Biogenesis-Bago, Boehringer Ingelheim GmbH, Ceva Santé Animale, Heska Corporation, indiana Immunologici Ltd.

Questo rapporto studia i vaccini contro la brucellosi nel mercato globale, specialmente in Europa, Nord America, Cina, Giappone, Sud-Est asiatico.

Che cos’è la brucellosi?

La brucellosi può essere una brutta malattia diffusa attraverso un tipo di batterio chiamato Brucella, coloro i quali sono più propensi a prenderla sono gli agricoltori che hanno un contatto regolare con i fluidi corporei degli animali, o coloro i quali mangiano carne poco cotta.

La brucellosi è molto simile all’influenza e i sintomi compaiono generalmente da uno a due giorni o nel corso di una settimana.

I sintomi includono alte temperature (oltre 38 ° C), perdita di appetito, sudorazione, mal di testa, estrema stanchezza e dolore alla schiena e alle articolazioni.

Nonostante non è presente trasmissione tra gli esseri umani, i paesi in cui vi è un consumo comune di latte crudo vedono frequenti aumenti della malattia.

La malattia era diffusa nel Regno Unito negli anni ’60, quando le epidemie indussero le autorità a combattere le mandrie nel tentativo di arginare le epidemie.

Dopo un po ‘di tempo, vennero introdotte le “mandrie accreditate per la brucellosi” ovvero esenti dalla malattia e il latte fu appunto etichettato con quella frase, indicando che era sicuro per il consumo.

Fino alla fine dell’aprile del 1968, erano state ricevute 9.150 domande di adesione al regime della Brucellosi, un numero significativo di casi nel Regno Unito sono stati segnalati dal 1963 al 1966, dove sono stati contati tra 123 e 169 infezioni.

Il dato provvisorio per il 1967, quotato il 2 febbraio dello stesso anno, era 242. Il principale pericolo derivante dalla malattia era legato ovviamente anche al fattore economico, la produzione di latte si esaurì quando furono rinvenute le mandrie infette da Brucellosi.

La brucellosi venne poi estirpata nel Regno Unito, in quanto il latte venduto nei supermercati anche oggi ovviamente, deve essere ben trattato e pastorizzato secondo i regolamenti del 1995 sui prodotti lattiero-caseari.

In base a un atto firmato nel 1996 sulla Specificazione delle Malattie, la brucellosi è una malattia animale soggetta a notifica, il che significa che le persone devono chiamare la linea di assistenza dei servizi rurali Defra se sospettano di aver contratto la malattia.

Le epidemie segnalate in Algeria sono state abbastanza importanti, con almeno cinque mandrie apparentemente afflitte dalla malattia secondo la Direzione dei servizi agricoli di Bouira (ASD).

Nora Oulebsir, ispettrice veterinaria dell’ASD Bouira, ha dichiarato: “Abbiamo ricevuto una lettera di finanziamento per il risarcimento di 53 allevatori. Ognuno di loro ha tra 3 e 15 animali colpiti da questa importante zoonosi (malattia animale). Dobbiamo bandire questa abitudine del consumo di latte crudo, soprattutto se non conosciamo la sua origine“.

La brucellosi è relativamente facile da eliminare dal latte, poiché la pastorizzazione è sufficiente per uccidere i batteri nocivi Brucella.

Se sospetti di aver contratto la brucellosi, dovresti visitare il tuo medico, che utilizzerà un esame del sangue per confermare la presenza della malattia prima di somministrare un ciclo di antibiotici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *