Col Natale arriva anche la tanto amata Tredicesima

Redazione

C’è chi ama alla follia le feste natalizie, lo spirito che si respira in ogni angolo della città, l’attesa dei riti religiosi ma anche di quelli più squisitamente consumistici, e chi proprio per gli stessi motivi desidera che questo periodo dell’anno passi in fretta, ma c’è una cosa che piace proprio a tutti, o quantomeno a chi la riceve: la tredicesima.

Per i 13,1 milioni di dipendenti del settore privato (extra agricolo), le tredicesime di fine anno saranno pari a 12,5 miliardi di euro netti (20,9 miliardi lordi), con un “importo medio di 956 euro”: a dirlo è l’Osservatorio statistico dei consulenti del lavoro, che evidenzia un’ampia “forbice” fra addetti part-time (529 euro) e a tempo pieno (1.192). 

La gratifica di fine anno si concentra prevalentemente nelle tasche dei lavoratori settentrionali: 3,7 miliardi di euro (il 37% del totale) saranno infatti a disposizione dei residenti nelle regioni del Nord-Ovest.

La regione che presenta il più alto numero di percettori della tredicesima mensilità è la Lombardia: le persone interessate sono 6,1 milioni. 

La variazione degli stipendi a livello territoriale, nella nostra Penisola, e “la maggiore diffusione del part time nel Meridione” comportano che la tredicesima media percepita da un dipendente sardo, o da un siciliano (pari a 746 euro) sia inferiore di 210 euro rispetto alla media italiana (-28%), e di 331 euro al confronto con i lavoratori del Nord-Ovest (-44%).

Naturalmente anche la tredicesima è soggetta a tassazione: a fronte di circa 44 miliardi di euro di mensilità aggiuntiva che a dicembre saranno erogati a 33,9 milioni di persone tra pensionati, operai e impiegati, l’erario ne “prelevera'” 11 attraverso le ritenute Irpef e, alla fine, in tasca ai beneficiari ne rimarranno 33.

Next Post

New York, studentesse 18 enne uccisa da un 13 enne

Negli ultimi anni purtroppo abbiamo avuto a che fare più volte, nel nostro paese, con le baby gang, gruppi di giovani e giovanissimi che si riuniscono con l’unico scopo di nuocere agli altri, di compiere furti, aggressioni, angherie. Ma il fenomeno non è solo nazionale, ma anzi oltre confine assume […]