Danilo Mainardi, addio all’ambientalista che spiegava la natura con bonarietà

Redazione

Addio a Danilo Mainardi, l’etologo ambientalista che, come dice il suo amico Piero Angela, “Spiegava la natura con bonarietà”.

A 84 anni è morto il famoso ambientalista ed etologo Danilo Mainardi. Scienziato di fama internazionale e divulgatore scientifico, Danilo Mainardi ha dedicato la sua intera vita all’osservazione e allo studio degli animali.

“Anche l’uomo è un animale, e non c’è bisogno di una mente per stare al mondo”, diceva. Ed è proprio vero.

L’etologo ha insegnato prima all’Università di Parma, poi alla Ca’ Foscari. E’ stato Presidente della Lipu, la Lega Italiana Protezione Uccelli dal 1996.

Danilo Mainardi è stato anche Presidente onorario dell’Uaar, l’Unione degli Atei, Agnostici e Razionalisti.

Lo scienziato sosteneva, controcorrente, che l’essere umano non è fato per essere vegetariano, pur essendo contro gli allevamenti intensivi.

Ci lascia molto: diverse pubblicazioni, molte interviste, molti studi, tantissimi momenti di divulgazione, e qualche notevole intuizione: “Quando capiremo, a fatti e non a parole, che le scelte esercitate contro gli animali sono anche scelte contro di noi?”.

E Ancora, in un tweet di un paio di mesi fa: “Penso sia bello poter fare qualcosa per lasciare un segno e far sì che la vita continui”.

E un segno, un bel segno lui certamente ce lo ha lasciato.

Next Post

Biotestamento, la Camera ha finito di discutere: rischio rinvio

Terminata alla Camera la discussione sul biotestamento: rischio rinvio. Dice Marco Cappato, dell’Associazione Luca Coscioni: “Il primo rischio è non arrivare in tempo perché la legislatura è nella sua parte finale e le persone che sono contro proveranno ad allungare i tempi per fare in modo che neanche in questa legislatura […]
cellule staminali e sclerosi multipla