Imprese italiane costrette a un insostenibile cuneo fiscale

Redazione

Negli ultimi anni le famiglie italiane sono costrette a sopportare un cuneo fiscale spesso insostenibile, tanto che molti sono costretti a rimanere indietro con le scadenze ed ad accumulare debiti.

Ma persino peggio va alle imprese: le imprese italiane, in media, versano infatti all’erario il 59% dei loro proventi.

Per capire più concretamente cosa vuol dire, si pensi che il carico fiscale a livello mondiale si ferma al 40,5% e in Europa al 38,9 per cento: le imprese italiane sono quindi quelle più tartassate al mondo.

A indicarlo sono i dati del rapporto “Paying Taxes 2020” di Banca Mondiale e PwC. 

Nel rapporto si spiega che l’aumento dipende dallo stop alla esenzione del 2016 dal contributo di previdenza sociale per i dipendenti neoassunti che non è stato successivamente stabilizzato.

Pesano inoltre anche gli oneri amministrativi: in Italia le imprese impiegano 42 ore per la richiesta di rimborso Iva contro le 18,2 ore della media mondiale e le 7 ore a livello europeo. Sono 238 le ore complessive utilizzate per adempimenti fiscali, in linea con la media mondiale, ma superiori alla media europea.

Next Post

Eva Henger, duro attacco alla figlia Mercedesz

Negli anni Eva Henger e sua figlia Mercedesz sono sempre apparse molto affiatate, complici, con un rapporto invidiabile che però negli ultimi mesi si è fortemente incrinato. Dapprima infatti Eva è andata ad urlare ai quattro venti che la figlia fosse vittima di violenza dal suo compagno, poi, domenica, Mercedesz […]
Eva Henger duro attacco alla figlia Mercedesz