Le carte di credito stanno rovinando i matrimoni
Le carte di credito stanno rovinando i matrimoni

Per molti matrimoni, le finanze sono la prima causa di litigi e infelicità.

I soldi sono attualmente la causa più comune di conflitto coniugale. Il debito è un fardello comune e pesante per molte coppie, così come rilevato da uno studio americano: circa il 40% delle famiglie porta debiti al consumo, che possono includere prestiti agli studenti e pagamenti per auto e carte di credito. Quando si tratta di carte di credito, tuttavia, chi le possiede ha una media di debito molto alta.

La ricerca mostra che contrarre debiti per consumi può mettere a dura prova il tuo matrimonio, soprattutto se una coppia tende spesso a litigare. In uno studio su oltre 4500 coppie sposate, i ricercatori hanno visto che le coppie che hanno contratto più debiti nel tempo hanno maggiori probabilità di divorziare. Le coppie con un debito più elevato tendono anche a litigare di più per il denaro e hanno riferito una minore soddisfazione coniugale.

Le carte di credito stanno rovinando i matrimoni

Il problema delle carte di credito è che quando ne ottieni una, è così difficile non tirarla fuori e pagare per le cose che desideri e di cui hai bisogno. E quando le cose sono rigide finanziariamente, molte persone non hanno altra scelta che fare affidamento su di esse.

Nello studio, i ricercatori hanno anche scoperto che l’assunzione di debiti con carta di credito era collegata a una minore soddisfazione del matrimonio (anche se pagarli era collegato a una maggiore soddisfazione, naturalmente). E quando le coppie si sono indebitate, tendevano a litigare di più, a trascorrere meno tempo l’una con l’altra e a percepire l’ingiustizia nel modo in cui il denaro veniva gestito nel loro matrimonio.

Alcune coppie sono in grado di elaborare una strategia del debito che funzioni per loro mentre altre assolutamente no.

Potrebbero interessarti

Fiat auto “impacchettate” per i dipendenti che l’hanno “tradita”

Una trovata bizzarra della Fiat ha diviso l’opinione dei suoi dipendenti degli…

Per il Natale regali solo ai bambini

Saranno i piccoli, i privilegiati in questo Natale di crisi. E’ quanto…

Pensione, per adesso l’età resta ferma a 67 anni

Negli ultimi mesi non ci sono state molte buone notizie per gli…

Pensioni, ecco quando verranno pagate a giugno

Da qualche mese, ed in particolare da quando è scoppiata l’epidemia di…