Scuola, i presidi non riescono a trovare spazi adeguati
Scuola i presidi non riescono a trovare spazi adeguat

Da settimane, nonostante le tante rassicurazione della ministra dell’istruzione, Lucia Azzolina, sono tante le domande che le famiglie italiane si pongono: riusciranno i nostri figli a tornare in classe a settembre? Ci saranno strutture adeguate per poter rispettare tutte le nuove norme introdotte a seguito della pandemia di Coronavirus?

La maggior parte delle scuole ha sempre dovuto fare i conti con classi sovraffollate: come si può pensare di risolvere il problema in poche settimane?

Scuola i presidi non riescono a trovare spazi adeguat

E i dubbi sono legittimi, visto che anche i presidi lanciano l’allarme: servono infatti circa 20mila aule in spazi alternativi agli istituti, in vista dell’inizio dell’anno scolastico. E non sono ancora state individuate le localizzazioni per oltre il 50%.

A renderlo noto l’Associazione nazionale Presidi, precisando che le criticità sono a macchia di leopardo, ma si registrano soprattutto nelle grandi città come Roma. Circa 400mila alunni (il 5%) dovranno fare lezione fuori dalla loro scuola. 

Dai Comuni arriva intanto la possibilità di adibire ad aule anche case e bed and breakfast: si riuscirà a risolvere il problema entro l’inizio ufficiale della scuola?

Potrebbero interessarti

Marche, peschereccio affonda, 2 morti e dispersi

Civitanova Marche, provincia di Macerata. Un peschereccio chiamato “Sparviero”, mentre era al…

La Spezia, donna violentata durante il jogging mattutino

Tanti di noi si ritagliano qualche momento, al mattino, per dedicarsi a…

Baby squillo, solo pene pecuniarie per i clienti ricchi e viziosi

Si profila una soluzione compromissoria per il caso della baby squillo di…

Roma, cane abbandonato adottato da un poliziotto

Nonostante, come ogni anno, si sprecano le campagne mediatiche promosse contro l’abbandono…