1000 piccoli cuori artificiali per testare farmaci contro le patologie cardiache

Redazione

Alcune ricerche scientifiche sono talmente avanzate da sembrare uscite da qualche film di fantascienza, e non sono pochi i dubbi e le perplessità che ne accompagnano la diffusione.

Il nuovo studio arriva da una squadra di ricercatori scozzesi, che ha costruito cuori in miniatura per riprodurre in provetta condizioni patologiche e testare farmaci per malattie cardiache oggi incurabili: sono già utilizzati dai ricercatori dell’Abertay University per testare potenziali farmaci con l’obiettivo di trattare una malattia al momento incurabile, l’ipertrofia cardiaca.

La ricerca è stata presentata al Congresso mondiale sulla biotecnologia a Valencia, in Spagna, dove gli scienziati hanno mostrato come i piccoli cuori sono realizzati con vero tessuto cardiaco, le cui cellule sono realizzate con staminali di appena un millimetro di spessore.

Il ricercatore Nikolai Zhelev, uno dei membri dell’equipe, ha precisato entusiasta: “Possiamo lavorare ora, in un esperimento, con 1.000 cuori umani e testare grandi quantità di composti contemporaneamente, cosa che non si può fare negli animali”.

I primi risultati sarebbero già ottimistici, con un’ottima previsione futura.

1000 piccoli cuori artificiali per testare farmaci contro le patologie cardiache

 

Next Post

Elton John, il rapporto con la fede e il matrimonio il prossimo anno

In questi ultimi giorni, col Gay pride che ha invaso le nostre strade colorandole di mille colori e fantasia, il tema dell’omosessualità e dell’uguaglianza di diritti che spetta al di là dell’orientamento sessuale, è sempre molto presente e sono tante le testimonianze a favore della lotta di chi rivendica il […]