Ven. Lug 19th, 2019

24Hlive.it

Tutte le news del web

Dieta ipocalorica: Cosa mangiare se si ha la psoriasi

Dieta ipocalorica Cosa mangiare se si ha la psoriasi

Cosa mangiare quando si ha la psoriasi o l’artrite psoriasica

La domanda su cosa mangiare permea le nostre vite quotidiane ed è particolarmente importante soprattutto quando si vive con una malattia cronica come la psoriasi. 

Una delle cose più comuni che sento è: ‘sto provando questa dieta, ma non funziona davvero. Quali altre diete posso provare?” rivela il dott. April Armstrong, MD, MPH.

Per entrare nel vivo di questa domanda, Armstrong ha condotto uno sforzo tra i membri della commissione medica della National Psoriasis Foundation per studiare la letteratura scientifica sulla relazione tra cibo e psoriasi. Ciò che è risultato è un documento sulle raccomandazioni dietetiche per le persone con malattia psoriasica pubblicato in JAMA Dermatology nell’agosto 2018.

La revisione si basa sui dati di oltre 4.500 persone che vivono con la psoriasi in 55 studi, fornendo il quadro più completo delle prove scientifiche che rivelano quali cibi e integratori influenzano in modo significativo la gravità della malattia.

Gli autori sono pronti a sottolineare, tuttavia, che i trattamenti medici sono ancora all’avanguardia nell’affrontare la psoriasi e prove hanno dimostrato che il ruolo primario della dieta è quello di aiutare a mitigare i sintomi della malattia in alcuni pazienti.

C’è quello che si chiama pregiudizio: le persone che provano qualcosa che funziona per loro, ovviamente ne parleranno molto di più in giro.” Dice Armstrong. “Questo ti dà la percezione che funzioni per molte persone.

Dieta ipocalorica: Il conteggio delle calorie

La raccomandazione più forte è quella di ridurre l’apporto calorico se si è in sovrappeso o obesi.

Il legame tra peso e gravità dei sintomi nei pazienti con psoriasi è ben definito. In parte a causa del ruolo pro-infiammatorio del grasso corporeo, gli individui in sovrappeso o obesi affrontano una serie di problemi, dai sintomi più gravi alla riduzione della risposta al trattamento, quando cercano di gestire la loro malattia.

La raccomandazione ovviamente legata alla perdita di peso per aiutare a mitigare questi fattori attraverso quella che è nota come dieta ipocalorica. In questo caso, “ipocalorico” si riferisce alla perdita di peso guidata esclusivamente dal consumo di un minor numero di calorie, piuttosto che dall’esercizio fisico, dalla chirurgia o dal cambiamento delle porzioni di nutrienti, come i carboidrati.

La perdita di peso aiuterà senza dubbio il tuo cuore, ma certamente sappiamo che può aiutare anche la tua psoriasi“, afferma Mark Lebwohl, MD, membro del consiglio di amministrazione della NPF e coautore dello studio.

Le diete prive di glutine, originariamente destinate alle persone con malattia celiaca o alla sensibilità al glutine, sono salite alle stelle in ambito di popolarità negli ultimi anni. Armstrong e Lebwohl concordano sul fatto che non è insolito per i pazienti nelle cliniche informarsi sull’eliminazione del glutine.

Mentre gli autori raccomandano vivamente diete prive di glutine per le persone che affrontano sia la celiachia che la psoriasi, non raccomandano la dieta a chiunque non sia risultato positivo ai marcatori per la sensibilità al celiaco o al glutine.

Sulla base della mancanza di prove di qualità per altri integratori, come il selenio, l’olio di pesce e la vitamina B12, lo studio attualmente non li consiglia per i pazienti affetti da psoriasi.

Mentre la vitamina D è stata stabilita come trattamento efficace per la psoriasi, non ci sono prove di alta qualità a sostegno del ruolo di assunzione orale di vitamina D per migliorare la psoriasi, e gli autori non raccomandano l’uso per la prevenzione o il trattamento negli adulti con livelli normali di vitamina D. Tra i pazienti con artrite psoriasica, lo studio suggerisce che i pazienti provano un mese di integrazione oltre al trattamento regolare.

Dieta ipocalorica e psorisasi: la ricerca continua

Oltre ad offrire raccomandazioni dietetiche, gli autori hanno evidenziato alcune indicazioni per la ricerca futura. Una dieta ipocalorica in uno studio non è sempre la stessa di una dieta ipocalorica in un altro, dice Adam Ford, co-autore e candidato MD. Le diete citate nello studio variavano da 1.400 calorie al giorno ad 800 calorie.

Ci sono un sacco di domande a cui è ancora necessario dare una risposta, oltre ad andare a fondo di questi diversi argomenti“, dice. “Abbiamo ancora molto lavoro per capire i meccanismi con i quali si verificano miglioramenti nella psoriasi.

fonte@HealthCentral.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright 2012 © 24hlive.it All rights reserved. | Newsphere by AF themes.