Il G-20 si apre con il problema della Pandemia

Redazione

Il vertice del G-20 di quest’anno è iniziato sabato con un appello ai leader mondiali per dare una risposta unitaria alla pandemia di coronavirus.

Nel discorso di apertura, il re Salman bin Abdul-Aziz Al Saud dell’Arabia Saudita, che ha ospitato l’incontro virtuale di due giorni, ha applaudito le iniziative delle nazioni del G-20 per investire 21 miliardi di dollari negli sforzi globali per combattere la pandemia e 11 trilioni di dollari per sostenere il globale economia.

Il re Salman ha esortato i leader ad aumentare gli sforzi per fornire accesso a vaccini e trattamenti, nonché a sostenere le economie delle nazioni in via di sviluppo distrutte dagli impatti economici del COVID-19.

Abbiamo il dovere di raccogliere insieme la sfida durante questo vertice e dare un forte messaggio di speranza e rassicurazione ai nostri popoli attraverso l’adozione di politiche per mitigare questa crisi“, ha detto il re Salman nelle sue osservazioni.

Oltre al vertice principale, i leader mondiali si sono incontrati per un evento collaterale chiamato “Preparazione e risposta alla pandemia”.

Il G-20 si apre con il problema della Pandemia

L’unica risposta efficace alla pandemia sarà quella coordinata, globale, basata sulla solidarietà“, ha detto il presidente francese Emmanuel Macron. Il cancelliere tedesco Angela Merkel ha definito la pandemia “una sfida globale” che potrebbe “essere superata solo con uno sforzo globale“.

Questa è la seconda volta quest’anno che il G-20 si è riunito virtualmente per discutere della pandemia. A marzo, riferisce l’Associated Press , i leader hanno tenuto una riunione di emergenza mentre la pandemia ha cominciato a prendere piede.

Questa volta, mentre i leader del G-20 si incontrano, i paesi di tutto il mondo stanno assistendo a picchi di nuove infezioni, con casi confermati che si avvicinano a 58 milioni, secondo la Johns Hopkins University . I governi hanno ripristinato i blocchi ed il coprifuoco.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha detto venerdì che sono stati segnalati più casi nelle ultime quattro settimane rispetto ai primi sei mesi della pandemia.

Ad almeno tre dei partecipanti al vertice di quest’anno è stato diagnosticato il virus: il primo ministro britannico Boris Johnson, il presidente brasiliano Jair Bolsonaro e il presidente Trump.

Next Post

Vegani, sono a maggior rischio fratture ossee

Secondo una nuova ricerca, i vegani hanno maggiori probabilità di soffrire di ossa rotte e fratturate rispetto a coloro che mangiano carne e pesce. Lo studio ha anche suggerito che le fratture a cui i vegani sono più suscettibili rispetto ai mangiatori di carne sono rotture dell’anca, con 2,3 volte […]
Vegani sono a maggior rischio fratture ossee